Appena 20 calorie per 100 grammi: ecco la verdura benefica che non può mancare in nessuna dieta

Claudia Rapparelli  | 09 Gen 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
sedano

Quando pensiamo al sedano, spesso lo immaginiamo come un semplice contorno o un ingrediente per insalate. Tuttavia, questo ortaggio croccante e aromatico merita una considerazione ben più approfondita.  Il sedano (Apium graveolens), appartiene alla famiglia delle Apiaceae, la stessa del prezzemolo e della carota. Le sue origini sono antiche e affondano nelle terre del Mediterraneo e del Medio Oriente. Già noto nell’antichità, era apprezzato non solo per le sue qualità culinarie, ma anche per le sue proprietà medicinali. Nell’antica Grecia, il sedano era simbolo di lutto, mentre i Romani lo utilizzavano per decorare le tombe.

Varietà di sedano

Esistono diverse varietà di sedano, ognuna con le proprie caratteristiche uniche. Il sedano verde, il più comune, ha gambi croccanti e un gusto leggermente pepato. Il sedano-rapa, o sedano tuberoso, è noto per la sua radice bulbosa e saporita. Infine, il sedano bianco, meno comune, è coltivato al riparo dalla luce solare per mantenere il suo colore pallido e un sapore più delicato.

Versatilità e utilizzo

smoothie sedano

Il sedano è incredibilmente versatile in cucina. Può essere consumato crudo, in insalate o come snack, oppure cotto in zuppe, stufati e salse. È un ingrediente chiave nel classico soffritto, insieme a carote e cipolle, che costituisce la base per molte ricette. Il sedano-rapa si presta particolarmente bene a purè e zuppe cremose, mentre le foglie di sedano possono essere utilizzate come erbe aromatiche.

Benefici per la salute

Il sedano è noto per i suoi numerosi benefici per la salute. È ricco di vitamine (in particolare A, K e C), minerali (come il potassio) e fibre. Ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, ed è spesso incluso nelle diete per la sua bassa calorie. Il sedano è anche un diuretico naturale e può aiutare nella digestione.

Curiosità affascinanti sul sedano

Il sedano, questo umile ortaggio verde, nasconde molte storie e fatti curiosi che arricchiscono la sua semplice presenza nelle nostre cucine.

gambo del sedano

L’enigma delle calorie negative

Una delle affermazioni più diffuse sul sedano riguarda il suo status di alimenti a “calorie negative”. Si dice che mangiare sedano richieda più calorie per la digestione di quante ne apporti effettivamente. Sebbene questa affermazione non sia scientificamente accurata (il sedano è molto basso in calorie, ma non negativo), riflette l’idea che il sedano sia un’aggiunta salutare a qualsiasi dieta, specialmente per chi è attento al proprio apporto calorico.

Il sedano nella medicina tradizionale

sedano tagliato

Oltre al suo uso culinario, il sedano è stato storicamente impiegato in vari ambiti medicinali. Nell’antichità, era utilizzato per trattare condizioni come l’ipertensione e l’artrite, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e diuretiche. Questo uso del sedano come rimedio naturale è un interessante esempio di come gli alimenti siano stati utilizzati nella medicina tradizionale.

Festival e celebrazioni del sedano

In diverse parti del mondo, il sedano è celebrato attraverso festival e fiere annuali. Questi eventi sono un tributo alla versatilità e all’importanza del sedano nell’agricoltura e nella cucina locale. Durante queste celebrazioni, si possono trovare parate, concorsi culinari, e una varietà di piatti tutti incentrati sull’uso innovativo di questo ortaggio.

Claudia Rapparelli
Claudia Rapparelli


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur