4 cocktail analcolici che non ti faranno rimpiangere l’assenza di alcol

Francesco Garbo  | 18 Ott 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

Si chiamano Mocktail e sono cocktail senza alcol, quelli che comunemente chiamiamo cocktail analcolici. Ebbene si, se non potete bere perché dovete guidare o perché non amate l’alcol? Non dovete per forza accontentarvi di un succo di frutta come banale sostituto di un drink. Ci sono tanti cocktail che possono deliziarci senza bisogno di utilizzare l’alcol. Il nome inglese mocktail sembrerebbe derivare dal termine mock, che significa finto, usato come prefisso del termine cocktail.

Una scelta sempre più di moda: no all’alcol

Se una volta il cocktail analcolico era solo per l’amico che aveva deciso di guidare per portare tutti a casa sani e salvi, ora il cocktail analcolico è un’alternativa sempre più scelta da chi in una determinata occasione non ha voglia di appesantirsi con l’alcol.  Sempre più bartender si concentrano su abbinamenti validi che riescano a far dimenticare i cocktail alcolici. Vediamo quindi le alternative più accattivanti tra moijto e spritz rigorosamente senza alcol.

1.Mojito analcolico

Il mojito analcolico è la variante di uno dei cocktail più famosi e più replicati al mondo. Menta, zucchero di canna, lime e rum questi gli ingredienti perfettamente bilanciati in un cocktail rinfrescante e molto gradevole. Questo drink è perfetto anche per chi non ama l’alcol, basta infatti eliminare il rum e il gioco è fatto.

2. Spritz analcolico

Lo spritz è davvero il drink per eccellenza per un perfetto aperitivo. Impossibile resistere a quel sapore gradevolmente amaro che accompagna qualsiasi aperitivo. In questo caso la parte alcolica sarà sostituita da succo di arancia che renderà il tutto molto gustoso.

3. San Francisco cocktail

Il San Francisco cocktail è un drink nato negli anni ‘30 in California, a San Francisco appunto. Spesso questo drink è il preferito dalle donne ed è perfetto per ogni momento dell’anno. Oltre ai succhi di frutta, la particolarità di questo cocktail risiede nell’uso di albume d’uovo.

4. Moscow Mule analcolico

Il Moscow Mule nasce in America anche se nome del drink potrebbe farci pensare a diverse origini di questo cocktail. La base del drink classico è la vodka e viene servito per tradizione in una tazza di rame. In questo caso si utilizza una bevanda frizzante a base di zenzero che renderà il drink molto rinfrescante.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur