5 cantine storiche italiane che hanno più di 100 anni

Marianna Di Pilla  | 14 Mag 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Cantine storiche italiane, cantina Florio

L’Italia, con la sua ricca eredità vitivinicola, è custode di alcune delle cantine più antiche e storicamente significative del mondo. Da nord a sud, il paese offre un affascinante intreccio di storie, tradizioni e passioni che si riflettono nei suoi vini.

Cantine storiche d’Italia, dove il vino si fa storia

Le cantine storiche italiane non sono solo luoghi di produzione del vino, ma veri e propri simboli culturali che hanno plasmato l’identità di intere regioni.
Visitarle significa scoprire il legame indissolubile tra il territorio, la sua storia e i vini che continuano a deliziare palati in tutto il mondo.
In un’epoca di produzione di massa, queste cantine ricordano l’importanza dell’autenticità e del rispetto delle radici. Ogni bottiglia prodotta in queste cantine non è solo vino, ma una narrazione vivente della ricca eredità italiana.
Sono cantine in attività da tantissimo tempo, che hanno superato almeno i 100 anni di storia e che sono letteralmente sopravvissute ad avvenimenti storici più o meno recenti.
Superando le crisi delle due guerre mondiali fino alle più vicine a noi come quelle dovute alla pandemia da Covid, sono cantine che hanno mostrato sempre incredibile resilienza nella capacità di rigenerarsi, rinnovarsi e affrontare tutte le sfide davanti alle quali si sono trovate.

Cantine storiche, la top 5

Antinori, ph. SBWorldphotography, Istock.com/Solo uso editoriale
Antinori

Vediamo alcune di queste cantine leggendarie, ognuna delle quali ha avuto il merito di aver dato il proprio unico contributo alla storia del vino italiano.

  • Antinori, Toscana

Fondata nel 1385, la famiglia Antinori è una delle dinastie vinicole più antiche del mondo, con 26 generazioni che hanno guidato l’azienda attraverso secoli di produzione vinicola. Situata nel cuore del Chianti Classico, Antinori ha sempre avuto un ruolo pionieristico, specialmente con l’introduzione di metodi innovativi come l’uso di barriques francesi negli anni ’70.
Il loro Tignanello, un Super Tuscan, ha rivoluzionato l’industria vinicola italiana, rompendo le convenzioni e elevando il profilo internazionale dei vini italiani. Le visite alla loro storica cantina di Badia a Passignano offrono un’immersione in secoli di storia vinicola.
Si conferma inoltre sempre ai primi posti delle classifiche delle migliori  cantine al mondo.

  • Mastroberardino, Campania

Nel cuore della Campania, la Mastroberardino è riconosciuta per il suo ruolo cruciale nella salvaguardia delle varietà di uve autoctone, come l’Aglianico e la Falanghina, risalenti all’epoca romana. Fondata nel 1750, la cantina ha dimostrato un impegno verso la tradizione e l’innovazione.
Attraverso progetti archeologici come la vinificazione in siti antichi come Pompei, Mastroberardino ha riconnesso il presente enologico italiano alle sue radici storiche. Le loro tecniche tradizionali mescolate con moderne tecnologie sono un testimone dell’evoluzione continua del settore.

  • Barone Ricasoli, Toscana

Documentata già dal 1141, la cantina Barone Ricasoli è considerata la più antica al mondo in attività continuativa sotto la stessa famiglia.
Situata nel castello di Brolio nel Chianti, questa cantina non è solo un sito di produzione di alcuni dei più pregiati Chianti Classico, ma anche un monumento storico che ha visto la definizione della formula del Chianti Classico da parte del Barone Bettino Ricasoli nel 19° secolo.
Le visite al castello e ai suoi vasti vigneti offrono una panoramica eccezionale della storia del vino italiano.

  • Gaja, Piemonte

Gaja è una delle cantine più prestigiose e riconosciute del Piemonte, fondata nel 1859 a Barbaresco. È celebre per i suoi innovativi metodi di vinificazione e per l’introduzione di pratiche che hanno trasformato la viticoltura piemontese.
Con vini come il Barbaresco e il Barolo, Gaja ha stabilito standard elevati per la qualità, spingendo la regione ai vertici della produzione vinicola mondiale. La loro filosofia enfatizza la purezza varietale e un legame profondo con il terroir, mantenendo al contempo un occhio rivolto all’innovazione.

  • Florio, Sicilia

La cantina Florio a Marsala, Sicilia, è intrisa di storia marittima e commerciale. Fondata nel 1833 da Vincenzo Florio (a capo della famiglia che ha inventato anche il tonno in scatola), ha giocato un ruolo cruciale nello sviluppo del Marsala come vino apprezzato a livello internazionale.
Le storiche cantine Florio sono un monumento all’epoca d’oro del Marsala, un tempo bevanda di scelta degli inglesi. Oggi, queste cantine offrono non solo degustazioni del tradizionale vino fortificato, ma anche un viaggio nel tempo attraverso l’architettura e gli arredi d’epoca che raccontano storie di commerci e cultura del XIX secolo.

Marianna Di Pilla
Marianna Di Pilla


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur