Tra un tortellino e una cotoletta, ecco i 5 locali che ti faranno scoprire la vera cucina di Bologna

Francesco Garbo  | 11 Feb 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti

La chiamano Rossa, Dotta ma soprattutto Grassa. Perché lei, Bologna, è una città che può ben fregiarsi del titolo di capitale gastronomica d’Italia. Da qui del resto provengono piatti della tradizione amatissimi in tutto il mondo, come il ragù e i tortellini. Ma qual’è il modo migliore per scoprirla? Andando a scegliere, oltre ai suoi monumenti, i 5 luoghi migliori dove mangiare a Bologna, per una experience da leccarsi i baffi.

Dove mangiare a Bologna: 5 locali da provare

All’Osteria Bottega (Saragozza)

“Non c’è contraddizione tra cucina raffinata e trattoria: la casa sta in piedi sulle fondamenta, che sono le tradizioni.” Si legge sul loro sito, una frase che ci fa capire che qui la tradizione è una cosa importante. Qui si mangia la vera cucina bolognese in un ambiente raffinato caldo e accogliente. Da provare i salumi e la cotoletta alla bolognese.

  • Indirizzo: Via Santa Caterina, 51
  • Orari: dal martedì al sabato 12:30–14:30, 20–22:30
  • Sito web: Osteriabottega.com

Trattoria da Vito (città Universitaria)

Crediti foto: https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187801-d801063-Reviews-Trattoria_Da_Vito-Bologna_Province_of_Bologna_Emilia_Romagna.html

Un luogo dove qualche anno fa si potevano incontrare Lucio Dalla e Guccini che amavano trattenersi in questo locale tra vino e musica. Il locale è spartano ma non per questo viene trascurata l’accoglienza. Il vino viene servito nel bottiglione e le pozioni sono abbondanti. Nel menù si possono trovare entrambe le versioni di cotoletta la milanese e la bolognese.

  • Dove si trova: Via Mario Musolesi 9
  • Orari: dal mercoledì al lunedì 12–15, 19:30–23; martedì 19:30-23
  • Sito web: Trattoriadavito.it

Trattoria Zita (Santaviola)

Questa trattoria serve delizie dal 1940. Zita era la nonna, emigrata con il marino Vincenzo da un paesino portando la cucina tipica e il lambrusco qui a Bologna. La pasta è rigorosamente fatta in casa e le proposte si alternano secondo la stagionalità. Non mancano piatti vegetariani e i classici come le tagliatelle al ragù, il maiale arrosto e la pasta e fagioli.

  • Dove si trova: Via Emilia Ponente 68
  • Orari: dal lunedì al venerdì 12–14:30, 19:30–22
  • Sito web: Trattoriazita.it

Vâgh iń ufézzi – ustarî (Piazza Santo Stefano)

Crediti foto: https://www.vaghinufezzi.it/foto/

Un nome difficilmente comprensibile per chi non conosce il dialetto bolognese. “Me a vâgh íñ ufézzí”era l’espressione usata dagli uomini bolognesi per dire alle mogli che se ne stavano andando in osteria. L’atmosfera che si respira qui è quella di una volta con un menu in continuo cambiamento, dal friggione di lonedé alla trippa di sâbet. Il tutto viene accompagnato dalle squisite crescente fritte preparate al momento.

  • Dove si trova: Via de’ Coltelli, 9/2
  • Orari: dal martedì al sabato 12:30–14, 19–23
  • Sito web: Vaghinufezzi.it

Trattoria Da Me – 1937 (Marconi)

Crediti foto: https://www.trattoriadame.it

Pasta fatta in casa e tanto amore per la cucina hanno permesso a questa trattoria di vincere il celebre programma di Borghese come migliore trattoria bolognese tradizionale. Una trattoria fondata dai nonni dell’attuale proprietaria nel 1937. La tradizione si ritrova in ogni piatto e in un ambiente molto accogliente. Consigliata la prenotazione con largo anticipo.

  • Dove si trova: Via San Felice 50
  • Orari: dal martedì alla domenica 12:30–14:30, 19:30–22
  • Sito webTrattoriadame.it
Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur