5 verdure che non dovrebbero mai mancare sulla tua tavola | Paesi del Gusto

5 verdure che non dovrebbero mai mancare sulla tua tavola

Francesco Garbo  | 24 Nov 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

C’è una stretta connessione tra ciò che mangiamo e la nostra salute, questa non è di certo una notizia. Ma ci sono nelle specifico alcuni cibi che possono essere più utili rispetto ad altri. Esistono molte verdure in grado di allungare la nostra vita e prevenire le malattie. Sebbene siamo consapevoli che il consumo di verdure possa aiutare e supportare il nostro corpo, troppo spesso ne consumiamo meno del dovuto. Frutta e verdura sono alla base della nostra piramide alimentare e secondo L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dovremmo consumare 400 grammi di frutta e verdure ogni giorno, ovvero semplificando il conto in porzioni parliamo di circa 5 porzioni al giorno. Con il consumo di verdure aiutiamo il nostro cuore, la funzione immunitaria e il rischio di malattie croniche. Scopriamo dunque quali sono nel dettaglio queste verdure così preziose.

5 verdure che allungano la vita

Lattuga romana

Una delle verdure più note, consumata in insalate ricche e gustose, la lattuga romana ha una consistenza croccante, è ricca di sostanze nutritive e di minerali come il potassio, magnesio e zinco solo per citarne alcuni. Buona fonte di fibre, di vitamine A,K e C, molto utile per il supporto del sistema immunitario. Oltre ad essere utile per la nostra salute è anche molto buona, con la sua consistenza croccante e il sapore delicato è perfetta come base per qualsiasi tipo di insalata.

Spinaci

Gli spinaci, il segreto di Braccio di ferro e della sua incredibile forza. E come dargli torto, gli spinaci sono infatti ricchi di potassio, vitamine come la B6, calcio e ferro. Gli spinaci sono in grado di ridurre le malattie cardiache e alcuni tumori. La raccomandazione è quella di consumare gli spinaci a crudo perché la cottura abbatte il contenuto di flavanoli. Avete presente quando cuocete gli spinaci in acqua e questa diventa verde? Sono tutte sostanze preziose che gettiamo. Meglio dunque consumare gli spinaci senza cuocerli magari consumandoli in una gustosa insalata con scaglie di grana.

Bietole

Delicata al sapore, quasi dolce, ricca di acqua e fibre, potassio, magnesio, calcio e ferro. Tanta la vitamina C e vitamina K contenuta in questa verdura. Le bietole sono preziose per le malattie cronico-degenerative tra i quali i tumore.

Rucola

Dall’amarognolo caratteristico, questa verdura è molto usata per arricchire le insalate o accompagnata alla carne come gli straccetti o la bresaola. Già i romani avevano capito il potenziale di questa verdura, ritenuta un vero toccasana per la digestione e come diuretico. Così è infatti, inoltre la rucola migliora la salute dei vasi sanguigni e riduce il rischio di malattie cardiache. Le sostanze amare aiutano la digestione e stimolano la produzione di succhi gastrici.

Cavolo riccio

Un cavolo tipico di regioni con un clima freddo, caratterizzato da foglie ricce e scure. Ricco di antiossidanti e importanti macronutrienti come il caldio, il fosforo e il potassio, zinco e rame. Ottima fonte di vitamine come  A, B, E, C e K. Se il sapore amaro non è di vostro gradimento invece di consumarlo a crudo potete bollire le foglie per pochi minuti.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur