9 cibi che stai sbagliando a conservare in frigo: ecco quali sono

Francesco Garbo  | 28 Mar 2023  | Tempo di lettura: 4 minuti

Siamo soliti pensare al frigo come una soluzione per la conservazione migliore di qualsiasi alimento. Ci sono però dei cibi che è bene conservare fuori dal frigo perché a temperature troppo basse potrebbero rovinarsi e perdere le proprie caratteristiche organolettiche e nutritive. Capiamo quindi quali sono i cibi che si conservano meglio fuori dal frigo.

1. Pomodori

Che siano ciliegini o cuore di bue, nessun tipo di pomodoro andrebbe conservato in frigo, contrariamente a quanto quasi la totalità di noi è abituato a fare. I pomodori infatti andrebbero conservati come la frutta, all’esterno del frigo, all’asciutto e al riparo dalla luce diretta del sole. La bassa temperatura del frigo ne rallenta la maturazione ma rovina la consistenza e il sapore.

2. Banane

Alcuni le preferiscono molto maure, altri verdi e quasi croccanti al morso, in ogni caso le banane andrebbero conservate a temperatura ambiente. L’inconveniente delle banane è la loro maturazione rapida e per ovviare al problema la soluzione migliore sembrerebbe quella di conservarle in frigo per rallentare il processo. Proprio qui si sbaglia, infatti la buccia a contatto con il freddo avrà maggior facilità di scurirsi.

3. Aglio e Cipolle

Quante volte vi è capitato di aprire il frigo ed essere colti da quell’odore forte della cipolla conservata in frigo? La soluzione migliore per l’odore e per conservare al meglio l’aglio e la cipolla è quella di mantenerle all’esterno del frigo, magari in un sacchetto di carta. Riponete le cipolle in frigo solo quando sono tagliate, ma fate attenzione a scegliere un contenitore ben chiuso ed ermetico per contenere il forte odore.

4. Pane

Con l’arrivo dell’estate molti compiono lo sbaglio di conservare il pane in frigo. Il freddo però rende il pane duro e secco, oltre a renderlo poco gradevole al palato. Il modo migliore per conservare il pane è nella sua busta di carta e in un luogo asciutto, magari in una cassettina in legno ben chiusa. Sbagliato è anche chiudere il pane in una busta in plastica perché lo renderebbe gommoso. Ulteriore modo per conservare a lungo il pane può essere quello di congelarlo. Ricordatevi di scongelarlo un po’ prima e di tostarlo o passarlo in forno caldo per farlo tornare fragrante.

5. Patate

Particolare attenzione va riposta nella conservazione delle patate che vanno protette dalla luce diretta. Avete mai visto le patate con la buccia verdastra? Bene, proprio questo succede quando le patate vengono a contatto con la luce, diventando tossiche per l’uomo per gli alti livelli di una tossina chiamata solanina. Il modo migliore per conservarle quindi è fuori dal frigo in un sacco di carta magari coperte da un panno.

6. Mozzarella di bufala

Chi conosce la mozzarella di bufala alla perfezione sa benissimo che conservarla in frigorifero è del tutto sbagliato, anzi per essere gustata al meglio alcuni consigliano di riscaldare la mozzarella nel siero fino a 25°C. La mozzarella di bufala va consumata prima possibile per mantenere al meglio le sue proprietà organolettiche ma questo non penso sia un sacrificio.

7. Caffe

Molti conservano il caffè in frigo nel tentativo di mantenere più a lungo il suo prezioso aroma intenso. Ma è sbagliato. Il modo giusto per conservare il caffè è chiuso in un contenitore ermetico magari riposto nella dispensa. Il freddo facilita la produzione di condensa all’interno del contenitore, rovinando il sapore e la consistenza del prodotto.

8. Frutta tropicale

Come la banane anche l’ananas, la papaya e in generale la frutta tropicale se conservata in frigo può perdere il sapore, inoltre il freddo ne rovina la consistenza. Meglio quindi conservarla in un cesto e consumarla prima possibile.

9. Miele

Conservare il miele in frigo è sbagliatissimo perché il freddo accelera la formazione di cristalli all’interno del miele che diventerà compatto e difficile da spalmare e gustare. Meglio quindi conservare il miele nel suo barattolo, ben chiuso e al riparo di luce solare diretta ma a temperatura ambiente.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur