A Torino il cioccolatino tipico è fatto a strati ed è quadrato, e come lui non c’è nessuno

Maddalena  | 24 Apr 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Cremini in blocco

A Torino, sotto le ombre lunghe della Mole Antonelliana, esiste una tradizione dolciaria divenuta simbolo non solo del Piemonte, ma dell’essenza di Torino stessa: il Cremino. Questo cioccolatino, caratterizzato da una forma quadrata e dai suoi strati alternati di cioccolato e crema, porta con sé una lunga tradizione di innovazione e ha un legame strettissimo con l’industria automobilistica della Fiat, che ha forgiato l’identità della città di Torino nel mondo.

Il Cremino e Fiat: un matrimonio perfetto


Caffè Baratti & Milano[foto @Takashi Images-Shutterstock.com/ solo uso editoriale]

Il Cremino nasce nel 1858 dalle menti creative dei pasticceri Ferdinando Baratti e Edoardo Milano, che aprirono la loro confetteria nella bellissima Piazza Castello, destinata ben presto a diventare un punto di riferimento per l’elite culturale, industriale e finanziaria dell’epoca. Creato per celebrare la maestria cioccolatiera del Piemonte, il Cremino puntava ad esaltare il gusto unico della nocciola, prodotto prezioso e rappresentativo della regione. E proprio l’unione di tradizione e innovazione trova la sua rappresentazione ideale nella caratteristica struttura a tre strati del Cremino, dove si alternano cioccolato gianduia e una crema di nocciola o caffè, deliziosa forma che farà la fortuna di questo cioccolatino.

Tuttavia l’evoluzione del Cremino non si è fermata alla pasticceria dove è nato. Nel 1911 in concomitanza con l’Esposizione Generale italiana, la Fiat scelse proprio il Cremino per celebrare il lancio del modello Fiat Tipo 4. La versione a quattro strati del Cremino, presentata dalla Majani di Bologna vinse il concorso indetto dall’azienda automobilistica, come simbolo del progresso tecnologico e dell’avanguardia nel settore dolciario, sancendo in questo modo un legame indissolubile tra il Cremino e la Fiat. Il famosissimo packaging che porta il marchio Fiat, unico nel suo genere e ancora oggi riconoscibile, testimonia questo legame e la sua durata nel tempo.

Le varianti


Le varianti del Cremino

La ricetta originale del Cremino, pur rimanendo fedele alle sue radici, è stata arricchita da numerose varianti: da quelle che includono mandorla o pistacchio, a quelle più moderne “senza lattosio” o vegane. Un messaggio forte e chiaro su come la tradizione possa rinnovarsi in modo sostenibile e più inclusivo. Ogni Cremino è una vera e propria opera d’arte artigianale, che deve il suo successo anche alla qualità dei suoi ingredienti e l’estrema cura nel processo di produzione. Proprio queste caratteristiche hanno permesso al Cremino di essere annoverato come uno dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali del Piemonte, un titolo che testimonia l’importanza che il Cremino ha assunto nel patrimonio gastronomico regionale e nazionale.

Il Cremino oggi: un simbolo di Torino nel mondo


Il Cremino

Sebbene abbia oggi ormai più di 160 anni, il Cremino continua ad essere un’icona della cultura torinese e un punto di riferimento per ogni amante del cioccolato. Proprio per questo una visita alla famosa confetteria Baratti & Milano a Torino, ancora in piena attività, è un must per tutti gli appassionati. In quel caffè storico e senza tempo, che conserva l’atmosfera di allora, il poeta Guido Gozzano compose i versi della sua poesia “Le Golose”, che consacrò questo rinomato marchio alla storia della letteratura italiana. Il Cremino si attesta così, in definitiva, in quel fermento culturale che dimostra ancora una volta come l’arte culinaria sia trasversale ed influenzi molti ambiti del panorama culturale, oggi come allora.

Come molti prodotti d’eccellenza nazionali, il Cremino e la sua storia sono strettamente intrecciati al tessuto stesso della città di Torino, che punta verso il futuro senza dimenticarsi del suo ricco passato. Per questo tra gli antichi caffè di Torino, tra le sue vie e i palazzi barocchi. il Cremino persiste come simbolo di gusto e di un’eredità culturale immortale.

[Caffè Baratti & Milano @Takashi Images-Shutterstock.com/ solo uso editoriale]

Maddalena
Maddalena


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur