Se pensavi che gli arancini si facessero solo in Sicilia, questa ricetta di Carnevale delle Marche ti farà cambiare idea

Adriano Bocci  | 08 Feb 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Arancini dolci

Quando si parla di arancini, la mente corre subito alle soleggiate coste siciliane.

Anche le Marche hanno la loro versione golosa e aromatica di questo classico, pronta a sfidare una grande convinzione.

Sì, esistono: si chiamano arancini dolci, e sono una sorpresa tutta marchigiana che aspetta solo di essere cotta. Questi dolci di Carnevale sono irresistibili. Dopotutto, con tanta tradizione e tante ricette, chi ce lo fa fare di limitarci ai soliti dolci? Seguiteci e preparate i fornelli per portare in tavola un pezzo di Marche!

Echi dolci e leggendari

Gli arancini dolci, delizie tipiche del Carnevale marchigiano, sono un ponte tra passato e presente. Vari e golosi, si presentano con ripieni che spaziano dalla classica crema pasticcera all’irresistibile cioccolato, passando per la freschezza della frutta candita e la cremosità della ricotta.

Ma la loro origine? Bella domanda! Un tempo offerti come simbolo di augurio durante le feste saturnali romane, questi dolci sferici evocano il sole e la rinascita. Tra le teorie sulla loro nascita spiccano quella romana, con l’antico “globulus”, e la possibile influenza araba (che nella cucina siciliana è innegabile).

Non manca l’ipotesi che li voglia discendenti diretti dei famosi arancini salati siciliani, variati in chiave dolce. Un simbolo di gioia e convivialità, gli arancini dolci di Carnevale celebrano la tradizione con ogni morso, che si sporca di zucchero, portando tanta felicità.

Come preparare gli arancini dolci

Arancini dolci

Ingredienti

  • 2 uova
  • 40 grammi di olio di semi di girasole
  • 200 grammi di latte tiepido
  • 5oo grammi di farina 00
  • 8 grammi di lievito di birra secco
  • 250 grammi di zucchero (10 g per l’impasto e il resto per il ripieno)
  • Scorza di 1 limone ed 1 arancia

Procedura

  1. Mescolare la farina con il lievito e due cucchiaini di zucchero.
  2. In un’altra ciotola, unire l’uovo, il latte tiepido, l’olio di girasole e mescolare.
  3. Incorporare gradualmente la farina, poi lavorare l’impasto su un piano fino a renderlo omogeneo ed elastico. Lasciarlo lievitare coperto per circa 30 minuti.
  4. Preparare il ripieno mescolando lo zucchero rimanente con la buccia grattugiata di arance e limone.
  5. Dividere l’impasto in due, stenderlo e distribuire il ripieno, arrotolare e tagliare a fette per formare gli arancini.
  6. Friggere gli arancini in olio a 170 °C fino a doratura, oppure cuocerli in forno a 170°C ventilato per circa 25 minuti.

A cosa abbinare questi raggi di sole

Per accompagnare gli arancini dolci di Carnevale, un dolce fritto con una leggera untuosità e note agrumate, c’è bisogno di vini dolci non troppo alcolici. Le bollicine sono un ottimo contrasto per la frittura e per aggiungere un tocco di freschezza. Un Moscato d’Asti, con il suo inconfondibile profumo di muschio, pesca e fiori bianchi, è perfetto per accompagnare questi dolci, offrendo dolcezza senza appesantire.

Libro Ricette delle Marche
Provate altre golose ricette!

Per varietà più aromatiche e ricche come le versioni con crema pasticcera o cioccolato, un Brachetto d’Acqui, con le sue note fruttate di fragola e floreali di rosa, o un Passito di Pantelleria, con i suoi sentori di frutta candita, possono essere scelte eccellenti per complementare la complessità dei ripieni senza sovrastarne i sapori.

Per un contrasto interessante, potresti servire questi dolci con delle infusioni di tè aromatiche o speziate.

Adriano Bocci
Adriano Bocci


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur