Baci di dama di Tortona: un dolce bacio di storia e tradizione piemontese

PaesidelGusto  | 21 Dic 2023  | Tempo di lettura: 2 minuti
Baci di dama

I Baci di Dama di Tortona non sono solo un dolce, ma un pezzo di storia gastronomica che affonda le sue radici nella tradizione piemontese. Questi piccoli e deliziosi biscotti, nati nella pittoresca città di Tortona in provincia di Alessandria, sono diventati un simbolo della dolcezza e dell’ingegnosità culinaria italiana. Il loro nome evocativo e la forma unica, che ricorda una bocca di donna appena socchiusa, catturano l’immaginario e stuzzicano il palato. La composizione originale dei Baci di Dama consiste in due semisfere di pasta di biscotto alla mandorla, unite da una generosa goccia di cioccolato fondente. La ricetta, che si è diffusa in tutto il Piemonte, vanta una storia che risale alla fine del XIX secolo. La semplicità degli ingredienti si combina con la raffinatezza del gusto, creando un equilibrio perfetto tra dolcezza e fragranza.

La storia dei Baci di Dama: un secolo di dolcezza

baci di dama articolo

Sebbene la loro origine sia strettamente legata alla città di Tortona, i Baci di Dama hanno conquistato il cuore e il palato di tutta la regione Piemonte, diventando un classico della pasticceria locale. Nel corso degli anni, questi deliziosi biscotti hanno varcato i confini regionali, guadagnandosi un posto d’onore nelle vetrine delle pasticcerie italiane e non solo. La storia dei Baci di Dama è affascinante quanto il loro sapore. La ricetta compare nei manuali di cucina di fine ‘800, ma è nel 1890 che i fratelli pasticcieri Angelo e Secondo Zanotti di Tortona hanno l’intuizione di creare questi dolci unici, registrando il marchio “Baci di Dama Zanotti”. Una storia intrigante di collaborazioni e rivalità si intreccia intorno a questi biscotti, con la nascita di altre pasticcerie e la registrazione di nuovi marchi come i “Baci Dorati Vercesi”.

Il marchio e la libertà di produzione

Il marchio “Baci di Dama Zanotti”, registrato nel 1890, rimase in vigore fino agli anni ’30. Dopo di allora, la produzione e l’uso della denominazione divennero liberi, permettendo ai Baci di Dama di diventare un patrimonio condiviso e amato da molti pasticcieri. Questa libertà ha permesso una diffusione più ampia e una varietà di interpretazioni della ricetta originale. Oggi, i Baci di Dama continuano a essere una scelta prediletta per accompagnare momenti di convivialità, come il tè pomeridiano o come raffinata conclusione di un pasto. La loro popolarità non accenna a diminuire, testimoniando come alcuni sapori siano in grado di superare la prova del tempo. In conclusione, i Baci di Dama di Tortona sono molto più di un semplice biscotto: sono un tesoro di sapore, storia e cultura. Rappresentano un magnifico esempio di come la tradizione possa incontrare l’innovazione, dando vita a qualcosa di veramente speciale che continua a deliziare generazioni di golosi in Italia e nel mondo.

PaesidelGusto
PaesidelGusto


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur