Biscotto di Sant’Anselmo

Condividi con:

Pane dolce a forma di ciambella, del peso di 1 kg circa.

 

Aree di rinvenimento del Prodotto: Bomarzo (VT)

 

Cenni storici e curiosità
Si tratta di una ciambella ricavata attenendosi scrupolosamente a ricette antichissime tramandate oralmente di madre in figlia. E’ opinione comune che le sue origini siano da ricercare nel V secolo, epoca in cui vive il vescovo Anselmo che, si racconta, è solito offrire del “pane dolce” ai poveri e bisognosi della città, nonché ai pellegrini, diretti a Roma, che passassero per Bomarzo. L’uso di preparare ciambelle o “pani rituali”, in occasione delle feste in onore del santo patrono, ha origini antichissime. Il prodotto in esame, in origine, era molto più simile ad un “pane”, col tempo, la ricetta originaria si arricchisce di nuovi ingredienti che rendono l’impasto dolce, fino a trasformare l’antico pane in un biscotto. Nel 1973 è stata istituita la Sagra del Biscotto.

Video di Gusto