Brasato al Barolo

Condividi con:

Ingredienti

1 chilo di carne
1 bottiglia di Barolo
½ bicchiere di Cognac
2 cipolle
2 carote
½ sedano
2 spicchi di aglio
¾ chiodi di garofano
1 pezzetto di cannella
qualche bacca di ginepro
qualche grano di pepe
un mazzetto di erbe aromatiche: alloro, salvia, rosmarino, timo
Olio extra vergine di oliva
Burro
Un pizzico di sale grosso
Sale fino q.b.

Preparazione

1) In una padella di coccio mettere la carne (un pezzo di almeno 800 grammi/1 chilo)
2) Tagliare a grossi tocchi le cipolle, le carote e il sedano e spargerle sulla carne
3) Aggiungere le erbe aromatiche, i chiodi di garofano, la cannella, le bacche di ginepro, i grani di pepe, un pizzico di sale grosso
4) In ultimo innaffiare il tutto con il vino Barolo
5) Marinare la carne nel vino per almeno mezza giornata, ponendo il recipiente in ambiente fresco o nel frigorifero.
6) Quindi sgocciolare le verdure, tagliarle più piccole e farle imbiondire in un largo tegame con l’olio extra vergine di oliva, il burro e i profumi.
7) Scolare la carne, asciugarla e farla rosolare a fuoco vivo nel trito di verdure, fiammeggiandola con il Cognac preventivamente riscaldato
8) Aggiungere infine il sugo della marinata, coprire la padella con un coperchio pesante e far cuocere a fiamma bassissima per un paio d’ore
9) Togliere le verdure, frullarle e mettere il sugo ottenuto nuovamente nella casseruola continuando la cottura del brasato (sempre a fuoco bassissimo) ancora mezz’ora circa, secondo la grandezza del pezzo di carne e la sua durezza
10) Servire il brasato molto caldo, accompagnandolo con verdure come patate lesse o purea di patate, cipolline stufate, o con polenta.

Note

E’ il piatto della tradizione per eccellenza, in particolare delle Langhe, ma diffuso in tutto l’antico Piemonte.