Caprino al pepe di Bagnolo

Condividi con:

Materia prima: latte caprino, con piccole aggiunte di latte vaccino. Alimentazione: eccelle quella a base di foraggio dell’area del Montoso.

Tecnologia di lavorazione: si porta il latte crudo a circa 18-20 gradi, aggiungendovi caglio liquido di vitello o caglio di agnello. Dopo la coagulazione, la massa viene impastata con del pepe e sistemata in appositi formelli o lasciata così com’è su un telo di canapa, dopo averle dato una forma tonda. Matura in due o tre giorni.

Stagionatura: alcuni giorni. É facoltativa.

Caratteristiche del prodotto finito: altezza: cm 1 circa; diametro: cm 8-9; peso: Kg 0,2; forma: cilindrica; crosta: appena accennata, di colore dal bianco al marrone chiaro; pasta: morbida, spalmabile, di colore bianco-beige (per la presenza del pepe bianco). Sapore: piccante, se stagionato.

Area di produzione: Bagnolo e Barge (CN).

Calendario di produzione: tutto l’anno, ma soprattutto durante il periodo dell’alpeggio.

Note: