Caprino fresco

Condividi con:

Materia prima: latte puro caprino, da razza Saanen.

Tecnologia di lavorazione: si porta il latte previa pastorizzazione e pulitura centrifuga a circa 40 gradi, aggiungendovi preventivamente fermenti lattici mesophili e quindi caglio liquido di vitello. Coagula in 20 minuti. Dopo la rottura della cagliata (a dimensione di grossi grani), la massa viene estratta e messa negli stampi. La salatura si effettua per immersione in salamoia per pochi secondi. Matura in 24-36 ore, in cella frigorifera a 5-7 gradi e umidità 85-90%. Resa 14-16%.

Stagionatura: non si effettua.

Caratteristiche del prodotto finito: altezza: cm. 7; diametro: cm. 6,5; peso: Kg. 0,2-0,3; forma: piccolo tomo cilindrico; crosta: assente; pasta: morbida e bianca. Grasso: 37%. Sapore: dolce.

Area di produzione: comune di Farra di Soligo (TV).

Calendario di produzione: tutto l’anno.

Note: come per il Caprino stagionato.