Carciofo bianco

PaesidelGusto  | 10 Gen 2019  | Tempo di lettura: < 1 minuto

Nome geografico abbinato: di Pertosa

Sinonimi e/o termini dialettali: carcioffola

Regione: Campania

Provincia/e: Salerno

Territorio interessato alla produzione: Comune di Pertosa

Descrizione sintetica prodotto: Carciofo inerme ossia privo di spine, con infiorescemze apicali grosse, rotonde e globose, con caratteristico foro centrale, colore delle brattee molto chiaro, argenteo.

Produzione in atto: a rischio

Descrizione delle metodiche di lavorazione, condizionamento, stagionatura: La produzione inizia a maggio (prima settimana) e prosegue fino a tutto giugno, terminando con la produzione di capolini più piccoli, che vengono conservati sott’olio.

Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione: coltura tradizionale, su piccole superfici; le lavorazioni sono per lo più manuali.

Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive: Le foglie di questo carciofo venivano scambiate dagli orticoltori di Pertosa con il letame bovino, essendo un ottimo integratore della dieta delle vacche da latte.

Costanza del metodo di produzione oltre 25 anni: SI

Testimonianze certificate: Testimonianze orali raccolte in zona

Fonte: Mappatura dei Prodotti Tipici e Tradizionali 2005 – Regione Campania, Settore Se.SIRCA.

PaesidelGusto
PaesidelGusto


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur