Cassata siciliana

Condividi con:

Descrizione del prodotto
Dolce tipico a base di ricotta.

Zona di produzione: Tutta la Sicilia.

Cenni storici e curiosità
E’ il tradizionale dolce di Pasqua, anche se oggi lo si trova quasi in tutte le stagioni. Il nome cassata sembra derivi dall’arabo “quas’at”, ma con due diversi significati: ciotola rotonda (per la forma originale), -o torta- di cacio. Un tempo erano famose le cassate confezionate nel Monastero di Valverde in Palermo. Sull’antica tradizione della cassata in Sicilia, fa fede un documento del Sinodo di Mazara del 1575; al cap. XXI (pagina IV), si legge che la cassata era uno dei dolci “immancabili nelle festività”. (Giuseppe Coria, Profumi di Sicilia, Ed. Cavallotto)

cassata siciliana

Condividi con:

Ingredienti

assata siciliana per 10 porzioni
Ingredienti per 10 porzioni:

– un pan di spagna da 26 cm di diametro
– 400 g di pasta di mandorle, di cui i 2/3 colorata con colorante per alimenti
farcia:
– 300 g di ricotta di pecora
– 100 g di zucchero
– 100 g di cioccolato fondente
copertura:
– 350 gr di zucchero a velo
– 1 albume
– 3 cucchiai di succo di limone
– una stecca di vaniglia
– poche gocce di colorante alimentare
– 100 g di frutta candita
bagna:
– 2 cucchiai colmi di zucchero
– scorza di limone grattugiata

Preparazione

Preparazione: Passare al setaccio la ricotta (o frullarla) e aggiungere lo zucchero a velo e i pezzetti di cioccolato. Mescolare bene in modo da ottenere un composto omogeneo. Preparare la bagna facendo ridurre della metà 2 cucchiai colmi di zucchero e 200 g di acqua, insieme alla scorza di limone grattugiata, quando si è raffreddata aggiungere 2 cucchiai di maraschino. Preparare la glassa a freddo di copertura per la cassata mescolando con un frullino elettrico l’albume, lo zucchero a velo e il succo di limone, fino ad ottenere un composto omogeneo. Rivestire uno stampo per da 24 cm con la pellicola trasparente, e stendere la pasta di mandorle colorata (che costituirà la sommità della cassata), in modo da ottenere un disco di un paio di centimetri più largo del fondo dello stampo, e posizionarlo sul fondo dello stampo stesso. Spianare col mattarello la pasta di mandorle colorata a fogli dello spessore di circa mezzo centimetro e tagliarle a rettangoli dell’altezza dello stampo e di 4 cm di larghezza. Fare lo stesso con quella non colorata. Foderare i bordi dello stampo alternando la pasta di mandorle colorata con quella bianca. Tagliare a pezzi irregolari il pan di spagna e bagnarlo con la bagna, disporlo dentro lo stampo, quindi riempire con la crema di ricotta, coprire il tutto con la pellicola e far riposare una notte. Girare lo stampo e sformare la cassata, coprire infine la cassata con glassa di zucchero e disporvi sopra la frutta candita come decorazione.

Note

La cassata è uno dei dolci siciliani di origine araba più famosi, probabilmente il più conosciuto di tutti.
Il suo nome deriva dall’arabo “Quas’at”, che significa “ciotola rotonda” per alcuni autori , “torta di cacio” per altri.

Calorie per porzione: 530