Colli di Imola DOC

Condividi con:

Zona di produzione: i comuni di Fontanelice, Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Imola, Dozza, Castel San Pietro Terme e Ozzano dell’Emilia, in provincia di Bologna

Vitigni: Colli di Imola Bianco: vitigni a bacca bianca della provincia di Bologna; Rosso: uno o più vitigni a bacca nera raccomandati e autorizzati per la zona di Bologna; Barbera: 85% da uve dell’omonimo vitigno e per il restante 15% da altre uve a bacca nera raccomandate e autorizzate nella provincia di Bologna

Gradazione alcolica minima: Bianco 11 gradi. Rosso e Barbera 11,5 gradi

Tipologie: Bianco (anche nelle versioni Frizzante e Superiore), Trebbiano (anche nella versione Frizzante), Rosso, Barbera, Chardonnay, Pignoletto (anche Frizzante), Sangiovese e Cabernet Sauvignon

Caratteristiche organolettiche: Bianco Colli di Imola: colore giallo paglierino; odore vinoso e leggermente fruttato; sapore secco, abboccato, amabile e dolce. Rosso: colore rosso rubino, riflessi granati con l’invecchiamento; odore vinoso e intenso; sapore secco, abboccato, amabile e dolce. Barbera: colore rosso carico tendente al violaceo, profumo vinoso con caratteristiche varietali; sapore pieno, asciutto, abboccato, armonico.

Abbinamenti: Colli di Imola Bianco: salumi, come culatello, prosciutto, spalla cotta, fiocchetto, ma anche cappellacci, tortelli alle erbette e ciambella reggiana. Colli di Imola Rosso: Parmigiano Reggiano, Grana Padano fresco, Coppa Piacentina, mortadella, zampone, cotechino, cappelletti, lasagne e torte di riso. Colli di Imola Barbera: lasagne, tagliatelle al ragù, zampone e cotechino di Modena.

Riferimenti normativi: La Doc Colli di Imola è stata riconosciuta con Decreto dirigenziale dell’01.07.1997 pubblicato sulla GU del 07.07.1997