Comincia l’evento gastronomico dell’anno! Ecco i 5 piatti più iconici che troveremo alla Fiera dei Sapori d’Italia

Francesco Garbo  | 20 Set 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

Ormai alle porte l’inizio di Fiera dei Sapori, l’evento che porta a Frascati, in provincia di Roma, tutti i piatti tipici italiani. Dal 21 al 24 settembre sarà infatti possibile gustare oltre 50 specialità italiane accompagnate da più di 100 vini. Ecco quali sono i 5 piatti che devi assolutamente assaggiare.

Crema di fave e cicoria

Un piatto che racconta la tradizione pugliese come pochi altri. Solo due gli ingredienti alla base di questa ricetta. Fave secche decorticate e cicoria selvatica. Il dolce delle fave si fonde perfettamente all’amaro della cicoria selvatica, bilanciandolo ed esaltandolo allo stesso tempo. Questa ricetta viene spesso accompagnata da crostoni di pane croccante con i quali fare la scarpetta nella deliziosa crema di fave.

Cacio e pepe

Non ha di certo bisogno di presentazioni questa pasta romana famosa in tutt’Italia, anzi nel mondo. Semplice ma difficile da realizzare perché il pecorino ad alte temperature straccia rendendo la pasta poco invitante da mangiare. Una cacio e pepe ben realizzata è molto cremosa, saporita e ben bilanciata grazie al gusto pungente del pepe nero. Insomma provatela se volete fare un’esperienza tutta romana.

Culurgiones

Ravioli con una chiusura molto particolare che quasi rimanda ai ravioli orientali. Specialità tutta italiana, nata in Sardegna. La sfoglia sottile stesa a mano, raccoglie al suo interno un gustoso ripieno di patate lesse, formaggio e menta. La particolare chiusura ricorda una spiga e sono solitamente conditi semplicemente con il pomodoro. La parola culurgiones non vuol dire altro che raviolo.

Panino con il lampredotto

Un panino che spesso viene sottovalutato. Preparato con il quarto stomaco dei bovini fatto bollire per ore fin quando diventa morbido. La parola deriva da Lampreda, un pesce che un tempo si trovava in quantità nell’Arno. Questo tipo di pesce veniva consumato dai nobili, così i poveri che non potevano permetterselo, cominciarono a consumare l’alternativa economica e nacque il lampredotto. Il tocco di sapore nel panino è la salsa verde che riesce a dare freschezza e aromaticità.

Canederli

I canederli o knödel sono un piatto di origine contadina, un modo per riutilizzare il pane raffermo in una ricetta decisamente gustosa. Il nome deriva dal tedesco e vuol dire grumo. Sono sostanzialmente degli gnocchi di pane arricchiti da uova, erba cipollina e speck anche se ne esistono moltissime varianti sia per l’impasto sia per il condimento ma la ricetta tradizionale vuole il burro fuso.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur