Dai pascoli biellesi arriva il Burro d’Alto Elvo: ecco il perché delle sue proprietà uniche

Aurora De Luca  | 13 Nov 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

Nel cuore del Biellese, una zona ricca di sorgenti e di alpeggi, si produce da secoli un burro di panna da affioramento di qualità eccezionale: il Burro a Latte Crudo dell’Alto Elvo. Questo prodotto è il risultato di una tradizione casearia che utilizza il latte della pezzata rossa d’Oropa, una razza bovina autoctona, e si avvale di tecniche antiche per la produzione di un burro che è parte integrante dell’economia e della cultura pastorale locale.

Burro a Latte Crudo dell’Alto Elvo: un inno al territorio


Credit / www.slowfood.it

Il burro a latte crudo dell’Alto Elvo è legato indissolubilmente alla storia e al territorio dell’alta valle Elvo, dove la presenza di acqua purissima e fredda ha permesso la conservazione del latte e la produzione di un burro di qualità superiore. La produzione segue un calendario stagionale che va da giugno a settembre, periodo in cui i pastori si spostano in alpeggio.

Riconoscimenti e Presidio Slow Food

Montagne biellesi Oropa

Il burro a latte crudo dell’Alto Elvo è riconosciuto come Presidio Slow Food, un titolo che sottolinea l’importanza di conservare le tecniche di produzione tradizionali e di valorizzare un prodotto dalle caratteristiche organolettiche uniche. Il Presidio è sostenuto dall’Ecomuseo Valle Elvo e Serra e mira a tutelare i pastori e casari che mantengono viva questa tradizione.

Proprietà Nutritive ed Organolettiche

Il burro a latte crudo dell’Alto Elvo si distingue per il suo profumo delicato e il colore chiaro. È spalmabile e ha un gusto che riflette la qualità del latte fresco pastorizzato utilizzato. La sua produzione, che avviene senza alcuna aggiunta, garantisce un prodotto genuino e di alta qualità.

3 Curiosità sul Burro d’Alto Elvo

  1. Il burro è legato a un rito di benedizione che si svolge il giorno dell’Annunciazione di Maria, durante il quale viene distribuito ai fedeli.
  2. La tecnica di produzione utilizza il “fraidél“, una piccola casetta in pietra dove avviene il raffreddamento del latte e l’affioramento della panna.
  3. Ogni famiglia produttrice ha un proprio marchio inciso sul burro, che rappresenta un vero e proprio sigillo di autenticità e tradizione.

3 idee di ricette a base di Burro d’Alto Elvo

Burro d'Alto Elvo ricette

  1. Uova al Tegamino con Burro d’Alto Elvo: Una colazione tradizionale che esalta la dolcezza e la cremosità del burro.
  2. Polenta e Fiurì: Un piatto semplice dove il burro si fonde con il latticello dolce per una polenta morbida e avvolgente.
  3. Srásc e Erbette: Palline di ricotta stagionata e leggermente affumicata, arricchite con frammenti di erbette montane, da gustare con un filo di burro fuso.

Questo burro non è solo un alimento, ma un pezzo di storia e cultura dell’Alto Elvo, che merita di essere conosciuto e apprezzato per la sua qualità e per il legame profondo con il territorio di origine.
Scopri su Paesi del Gusto altri imperdibili Prodotti Tipici d’eccellenza!

Aurora De Luca
Aurora De Luca


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur