Crostata Amalfitana, storia e curiosità del dolce delle suore che ricorda le grate del convento

Marianna Di Pilla  | 25 Apr 2024  | Tempo di lettura: 2 minuti
Crostata Amalfitana

È un dolce tradizionale della pasticceria napoletana, ed è anche semplicemente chiamata crostata crema e amarene, che risultano peraltro ben visibili incastonate come sono nella crema e tra le strisce di pasta frolla.

Crostata Amalfitana, com’è fatta

La Crostata Amalfitana è una fragrante crostata di pasta frolla che accoglie una crema pasticcera aromatizzata al limone e amarene sciroppate. È una torta che, date le sue caratteristiche, si pone quasi a metà tra una crostata ricotta e visciole e la classica torta della nonna.
Per preparare una perfetta crostata amalfitana bisogna prestare attenzione prima di tutto a scegliere ingredienti di qualità. È consigliabile l’utilizzo dei limoni di Amalfi e  della Costiera in generale, ma se ne possono usare anche altri tipi a patto che non siano trattati in superficie dato che nell’impasto si mette la buccia grattugiata.
Per fare la frolla basta seguire la ricetta della pasta frolla classica, che prevede uova, farina 00, zucchero, buccia grattugiata di limone e burro. Per ottenere una versione alternativa e light al posto del burro si può usare l’olio EVO.
Lo stesso discorso vale per la crema pasticcera, dato che anche per questa preparazione è sufficiente seguire le indicazioni della ricetta che anche le mamme e nonne hanno sempre seguito. Per realizzare la crema pasticcera si aggiunge zucchero ai tuorli delle uova freschissime, si mescola bene il tutto per poi incorporare la fecola di patate o la farina 00.
In seguito si versa il latte portato a bollore con la scorza di limone intera a pezzi e si lascia addensare il tutto in un pentolino a fuoco basso, senza mai smettere di mescolare il composto ottenuto.
La fase finale della preparazione prevede che si foderi uno stampo per crostate con la frolla, che deve essere poi bucherellata sul fondo per prepararla ad accogliere la crema adeguatamente raffreddata e riempita di amarene sciroppate.
Si guarnisce la superficie con sottili strisce di pasta frolla, che danno al dolce l’inconfondibile aspetto della crostata, e si inforna a 180 gradi per 40 minuti.

Crostata amalfitana, origini leggendarie

La crostata amalfitana è un dolce antico, le cui origini si perdono nella notte dei tempi e la cui nascita è protagonista di tante storie e leggende.
Una delle più accreditate e diffuse vuole che sia stata inventata da una suora del Convento di San Gregorio Armeno a Napoli. Le strisce della crostata sarebbero state ispirate dalle grate del convento di clausura.

Marianna Di Pilla
Marianna Di Pilla


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur