Crostini di grano

PaesidelGusto  | 10 Gen 2019  | Tempo di lettura: 2 minuti

Nome dialettale: U VISCOTTU

Territorio interessato alla produzione: provincia di RC

Descrizione prodotto:
INGREDIENTI UTILIZZATI: Farina integrale di grano duro, lievito naturale, sale e acqua.
FORMA: I crostini di grano hanno forma ovoidale/cilindrica (cm. 10 di lunghezza per 4 cm. di altezza) dovuta la fatto che vengono prima realizzati delle forme di panino che poi vengono tagliati a metà;
PESO MEDIO: 25-30 gr. ciascuno.
COLORE: Hanno colore giallo dorato non molto intenso all’esterno e giallo leggermente più chiaro all’interno.
SAPORE: Sono friabili e croccanti e non hanno un sapore molto intenso di farinacei.

Descrizione delle metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura:
LAVORAZIONE DEL PRODOTTO: Esclusivamente manuale.
TECNICHE DI LAVORAZIONE: Le metodiche di lavorazioni sono molto semplici e seguono sostanzialmente le caratteristiche della produzione del pane. La farina integrale viene infatti miscelata con l’acqua, il sale e con lievito naturale quindi quando l’impasto raggiunge la densità desiderata lo si divide secondo la classica forma del panino e lo si taglia in due (ciò dà la forma propria del crostino). Quindi lo si inforna nel forno a legna ad una temperatura di 180-200°C facendolo cuocere per circa 1 ora.

Materiale, attrezzature e locali utilizzati:
STRUMENTI UTILIZZATI: L’impasto può essere lavorato sia a mano che con l’aiuto di una impastatrice; gli strumenti utilizzati sono molto semplici e sono teglie e coltelli di acciaio e filtri di acciaio ( i cd colini);
LOCALI: Locali dove avviene la lavorazione del prodotto sono generalmente laboratori artigianali o cucine di casa. I forni utilizzati possono essere sia forni a legna (se si tratta di case e aziende agricole) che forni industriali se si tratta di aziende di produzione.

Elementi che comprovano la tradizionalità: La funzionalità storico del prodotto trova la sua principale motivazione nel fatto che il pane, fino a qualche decennio fa non si faceva tutti i giorni ma una o al massimo due volte al mese; per questo motivo vi era la necessità quando si faceva il pane di fare anche dei boscotti di grano che potessero essere conservati anche più a lungo del pane.
AREA DI PRODUZIONE: Il territorio interessato alla produzione comprende la Locride, in particolare i Comuni di Antonimina, Platì, Ciminà, Gerace, Ardore, Bovalino, Canolo, Siderno, Locri, Gioiosa Jonica, Roccella Jonica.

Fonte: Regione Calabria. I prodotti tradizionali della Regione Calabria – Assagricalabria.it 2005

PaesidelGusto
PaesidelGusto


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur