Dalla grande mela all’Umbria: il magico viaggio che consiglia il times

Francesco Garbo  | 24 Lug 2023

L‘Umbria è apparsa sul New York Times, qui infatti si consigli un’itinerario, diviso in tre parti, alla scoperta del cuore verde d’Italia tra meraviglie artistiche e specialità enogastronomiche. “Il cuore verde d’Italia, regione senza sbocchi sul mare, nota per i suoi tartufi e l’olio d’oliva, gli arrosti di maiale e le salsicce, il vino e il formaggio”. Queste le parole usate dal New York Times per descrivere l’Umbria che viene raccontata come una meta ideale per trascorrere le vacanze. Scopriamo quindi le tappe dell’itinerario proposto del noto giornale.

1 Si parte con Orvieto

Si parte da Orvieto con “la cappella della Madonna di San Brizio con gli affreschi sul soffitto di Fra Angelico e Benozzo Gozzoli. Un altro genio toscano, Luca Signorelli, completò il soffitto e poi dipinse le pareti con scene tratte dall’Apocalisse”. Arte e cibo perché poi si passa ai consigli sulla tavola “In tutta Orvieto troverete cartelli che offrono la porchetta, l’arrosto di maiale disossato che viene consumato (se non addirittura feticizzato) in gran parte dell’Italia centrale. In questa regione, il maiale solitamente viene farcito con finocchio selvatico, prima di essere arrotolato, legato e arrostito per ore  non perdete di vista anche la spessa pasta locale, gli umbrichelli, le diverse varietà di formaggio pecorino e tutto ciò che contiene tartufi. I vini locali includono l’Orvieto Classico e il rosso Montefalco”.

2 Per passare a Perugia

Passiamo poi a Perugia, la seconda tappa del viaggio, “città universitaria dal 1308” dove visitare “la cattedrale, dedicata a San Lorenzo, avrebbe dovuto essere decorata in marmo bianco e rosa, la cui costruzione fu interrotta nel 1490.” da non perdere poi “a pochi chilometri di distanza la fabbrica di cioccolato Perugina, nota per i suoi cioccolatini Baci”. Si torna poi ancora alla porchetta “In una recente visita, la fila più lunga della città era all’Antica Porchetteria Granieri 1916 in Piazza Giacomo Matteotti, dove il cameriere stava intagliando una porchetta che sembrava essere lunga un metro e mezzo. Perugia è una città universitaria oggi, come lo era nel Rinascimento per Cesare Borgia, piena di piazze pittoresche e luoghi piacevoli per un caffè o un aperitivo. Il Corso Vannucci, un ampio percorso pedonale fiancheggiato da bei palazzi (tra cui altre cioccolaterie), conduce ai Giardini Carducci, che nascono sul sito di un’antica fortezza, da cui si gode di una superba vista sulle colline circostanti”.

2.1 e chiudere con Assisi

Chiudiamo questo fantastico itinerario con Assisi “La basilica è una delle grandi attrazioni artistiche d’Italia, ma è anche un’importante meta di visite religiose e pellegrinaggi. Costruita in modo spettacolare sul fianco di una collina, comprende una chiesa inferiore e una chiesa superiore, entrambe decorate con splendidi affreschi. Qui si possono ammirare le opere di alcuni dei più importanti pittori tardo-medievali che hanno inventato l’arte rinascimentale, in particolare l’opera del giovane Giotto”. Anche qui non potevano mancare i consigli sulle specialità della tavola: “Assisi è una città affascinante per mangiare. Provate la terrazza con giardino dell’eccellente Buca di San Francesco, in un bel palazzo antico, che offre piatti come gli spaghetti alla buca, pasta fatta in casa con funghi, carne ed erbe, o la carlaccia, una crespella al forno con formaggio, prosciutto e carne di vitello. L’Osteria da Santu Mangione, più informale, attinge alla fattoria del proprietario (vi dirà il nome del maiale con cui sono state fatte le salsicce) e ha degli splendidi tavoli all’aperto da cui si possono ammirare gli edifici del centro storico e la valle sottostante”.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur