Delizie del nuovo anno: due dolci da provare a inizio gennaio, per iniziare l’anno con dolcezza | Paesi del Gusto

Delizie del nuovo anno: due dolci da provare a inizio gennaio, per iniziare l’anno con dolcezza

Marianna Notti  | 03 Gen 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Brownies al cioccolato

Le festività stanno per terminare, ma è pur sempre inverno e il comfort food è d’obbligo. Per ricominciare con la giusta carica vi proponiamo quindi due dolci presi a prestito dagli States: due delizie per iniziare l’anno con dolcezza e gusto.

Brownies: il piacere del cioccolato

Soffici quadrotti dall’impasto umido e fondente, si chiamano così per il loro invitante colore bruno. Prepararli è semplice e ne esistono diverse varianti: per esempio con l’impasto arricchito di nocciole, amarene o altri frutti, ricoperti di glassa fondente o a base di cioccolato bianco nella versione blondies. L’abbinamento classico è con una quenelle di gelato alla vaniglia, oppure con un abbondante ciuffo di panna montata dolce. Una delizia invernale.

Ingredienti

Cioccolato fondente: 200 g
Burro: 250 g
Zucchero semolato (o zucchero di canna): 200 g
Farina tipo 00: 150 g
Uova intere: 4
Cacao amaro: 40 g
Vaniglia: una bacca (o un cucchiaino di estratto)
Lievito per dolci: 4 g
Sale: qb

Fate sciogliere il burro e il cioccolato fondente a bagnomaria, mescolando continuamente, fino a ottenere un composto liscio e lucente. Lasciate intiepidire e, nel frattempo, montate le uova con lo zucchero, il sale, la vaniglia e il cacao setacciato. Unite, poco alla volta, la farina e il lievito e, sempre mescolando, amalgamate il composto di burro e cioccolato. Versate l’impasto in una teglia quadrata di 23 cm di lato e cuocete in forno a 180°C per circa 40 minuti (forando il dolce con uno stuzzicadenti verificate che l’interno resti umido). Una volta freddo, tagliate il dolce a quadrotti e servite.

apple pie
L’apple pie è un delizioso dolce alle mele tipico della tradizione USA

Apple pie: la dolcezza delle mele

La stagione è propizia per le torte di mele di qualsiasi foggia o ricetta. L’apple pie è la versione made in Usa di questo dolce. Profumata di cannella e noce moscata, l’apple pie si serve tiepida o calda e, per un perfetto contrasto di temperature, va accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia.

Ingredienti per la pasta

Farina tipo 00: 450 g
Burro: 225 g
Acqua: 100 g
Sale: 1 pizzico
Latte intero per spennellare: qb

Ingredienti per il ripieno

Mele renette: 1 kg (già pulite)
Zucchero semolato: 100 g
Burro: 20 g
Limoni: 1
Acqua: 20 ml
Cannella in polvere: 1 cucchiaino
Noce moscata: q.b.

Impastate velocemente con la foglia tutti gli ingredienti per la pasta (eccetto il latte), avendo cura di utilizzare acqua molto fredda e burro appena tolto da frigorifero. Il risultato è un impasto polveroso, che dovrete lavorare a mano per una decina di minuti, per dargli una consistenza liscia e omogenea. Avvolgetelo con pellicola trasparente e fatelo riposare per una ventina di minuti in frigorifero.
Dopo aver lavato, sbucciato e tagliato le mele renette (ottime le mele renette di Torriana e quelle della Val d’Aosta) a fettine sottili, trasferitele in una ciotola e copritele con l’acqua e il succo di limone. In una padella fate caramellare lo zucchero con le spezie e due cucchiai d’acqua. Aggiungete il burro, le mele e la scorza del limone grattugiata. Fate insaporire fino a che le mele risulteranno croccanti fuori e morbide dentro, quindi lasciate raffreddare.
Imburrate e infarinate una teglia rotonda di 25 cm di diametro e rivestitela con metà della pasta, stesa a uno spessore di circa mezzo centimetro. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta, versate il composto di mele e ricoprite con la pasta rimasta. Rifilate i bordi e sigillate bene; quindi praticate dei tagli sulla superficie della torta. Preriscaldate il forno a 230°C, spennellate con il latte e infornate, avendo cura di abbassare la temperatura a 190°C. Cuocete per circa 45 minuti.

Marianna Notti
Marianna Notti


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur