È in Valle d’Aosta il ristorante stellato più alto d’Italia: si trova a 2000 metri e puoi mangiare anche una renna secondo la ricetta svedese

Marianna Di Pilla  | 15 Apr 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Wood Restaurant a Cervinia

È il più alto d’Italia e il secondo più alto in Europa, e il suo nome è un chiaro rimando al legno. Wood Restaurant è il ristorante che si trova a Breuil Cervinia in Valle d’Aosta, ed è decisamente un posto dove mangiare autentiche specialità… ad alta quota.
Il merito di aver portato una cucina stellata a 2000 metri d’altezza è di una chef che viene dalle lontanissime terre del nord Europa, che in Valle d’Aosta probabilmente ha ritrovato qualcosa di casa propria. E che della sua cultura gastronomica ha fatto un punto di forza di tutto il suo ristorante.

Chi è Amanda Eriksson e la storia di Wood


Wood Restaurant
Il suo ristorante Wood ha ricevuto lo scorso novembre un macaron, e ha permesso ad Amanda Eriksson di essere la prima chef svedese a ottenere una stella al di fuori della sua nazione. Un altro primato che pare abbia registrato è quello di essere stata la prima donna in Valle d’Aosta ad avere ottenuto un premio così prestigioso, che ha consentito a Wood di diventare il ristorante stellato più alto d’Italia e il secondo d’Europa.
Aperto nel 2013 insieme al marito Cristian Scalco, Wood ha un nome che la dice lunga sulla storia di Amanda Eriksson. Wood significa legno, ed è proprio al legno delle sue foreste d’origine che deve aver pensato al momento del battesimo.
Perché Amanda nasce a Älvsbyn, in Lapponia, e nonostante sia in Italia da quando aveva poco meno di vent’anni (oggi ne ha 38), del suo Paese natale ha conservato e custodito tantissimi elementi che rendono la sua realtà di ristorazione unica nel suo genere.
Elementi di continuità con la Svezia si ritrovano prima di tutto nella cucina che Amanda propone nel suo menù, che è una straordinaria fusione di gusti scandinavi e italiani. Con interessanti inserti provenienti dalla tradizione gastronomica orientale conosciuti durante le sue esperienze lavorative in Giappone.

La cucina di Wood, un incontro di culture


Wood Restaurant
Cosa si mangia da Wood?
In carta sono sempre presenti ricette e prodotti della gastronomia nord-europea come frutti di bosco e selvaggina, che costituiscono una sorta di fil rouge che unisce la Lapponia alla Valle d’Aosta. Amanda Eriksson in questo angolo di nord Italia ha ritrovato somiglianze e assonanze con la cultura del cibo da cui proviene, ed è stato probabilmente questo il punto di partenza per il viaggio tra le cucine che è stata capace di costruire.
Ecco che nel menù di Wood compaiono prodotti italiani come la polenta e l’anguilla (d’eccellenza l’anguilla del Delta del Po) accanto a carni tipicamente scandinave. Come la renna, che da Wood la chef propone in una versione molto simile a quella che mangiava in famiglia: affumicata con patate, mirtillo rosso dell’Artico e cipolla.
Le materie prime arrivano una volta alla settimana dalla Svezia; una scelta in controtendenza rispetto al chilometro 0, ma che si sta certamente rivelando vincente considerando il successo e i riconoscimenti che sta ottenendo.
Info utili: il menù degustazione da Wood costa 160 euro, e l’indirizzo è via G. Rey, 26.

[foto copertina e nell’articolo account Instagram @woodcervinia]

Marianna Di Pilla
Marianna Di Pilla


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur