È italiano il vino che arriva a costare anche più di 15.000 euro, ed è l’unico e solo ‘re dei vini’

Aurora De Luca  | 01 Mag 2024  | Tempo di lettura: 4 minuti
Barolo da 15000 euro

Non è un caso che venga anche chiamato il “re dei vini”, un titolo meritato per la sua inconfondibile complessità, struttura e longevità. Questo prestigioso vino rosso viene prodotto nelle Langhe, nel cuore del Piemonte, una regione rinomata per i suoi paesaggi mozzafiato e i suoi prodotti enogastronomici d’eccellenza. Il Barolo nasce dal vitigno Nebbiolo, noto per la sua capacità di esprimere in modo unico il terroir di questa zona. Le caratteristiche organolettiche di questo vino si evolvono meravigliosamente con l’invecchiamento, rivelandosi in un bouquet di aromi che spaziano dalla rosa, al tartufo, alla ciliegia, fino a note speziate e terrose.

Barolo Monfortino Riserva Conterno 2010: un gioiello raro

BAROLO MONFORTINO RISERVA CONTERNO 2010 3 LT.
Tra le stelle luminose del cielo Barolo, il Barolo Monfortino Riserva Conterno 2010 brilla con una luce particolarmente intensa. Con un prezzo che supera i 15.000 euro per la sua bottiglia da 3 litri, questo vino si posiziona come un vero e proprio capolavoro vinicolo, un gioiello raro nel mondo enologico. La ragione del suo elevato valore sta nella combinazione di diversi fattori.

Qualità ineguagliabile


Prodotta dall’azienda Giacomo Conterno, una delle cantine più rispettate e storiche del Piemonte, questa riserva è il risultato di un’attenta selezione delle migliori uve Nebbiolo, raccolte in annate eccezionali. Il vino viene poi invecchiato per sette anni in grandi botti di rovere, un processo che ne affina la complessità e la profondità. Il risultato è un vino di straordinaria eleganza e potenza, capace di evolversi e migliorare per decenni.

Un’esperienza sensoriale unica

Il Barolo Monfortino Riserva Conterno 2010 si presenta con un colore rosso intenso e profumi dolci e setosi di frutta rossa. Al palato, è una sinfonia di sapori ben equilibrati: i tannini sono impeccabili e raffinati, che si sposano con una struttura robusta ma armoniosa. La critica enologica internazionale ha riconosciuto unanimemente la sua eccellenza, assegnandogli il massimo dei punteggi.

Perché un prezzo così alto?

vino barolo pregiato
Oltre alla qualità indiscussa, il valore di questo Barolo è influenzato dalla sua rarità. La produzione è estremamente limitata, e ogni bottiglia è considerata un pezzo da collezione. Inoltre, la grande dimensione (3 litri) lo rende ancora più unico e desiderabile per gli appassionati e i collezionisti di tutto il mondo.

Dove degustarlo

Per chi desidera vivere l’esperienza di degustare un vino così eccezionale, ci sono enoteche di lusso e ristoranti gourmet che offrono questa perla rara. Un esempio è l’Enoteca Properzio, situata in un pittoresco borgo umbro, dove è possibile assaporare questo e altri vini pregiati in un ambiente ricco di storia e fascino.

L’arte dell’abbinamento: valorizzare il Barolo Monfortino Riserva Conterno 2010

L’abbinamento gastronomico per un vino di tale statura, come il Barolo Monfortino Riserva Conterno 2010, richiede piatti che siano all’altezza della sua complessità e intensità. Questo vino, con il suo carattere potente ma equilibrato, si sposa magnificamente con piatti ricchi e saporiti. La scelta ideale cade su carni rosse, come brasati o arrosti, che grazie alla loro consistenza e ai sapori intensi, complementano perfettamente la struttura e i tannini del Barolo.
Un classico abbinamento piemontese è con il brasato al Barolo, dove la carne si cuoce lentamente nel vino, creando un piatto profondo e aromatico che rispecchia l’anima del Barolo stesso. Anche piatti a base di tartufo, specialmente il pregiato tartufo bianco d’Alba, sono una scelta eccellente. Il profumo inebriante del tartufo si fonde armoniosamente con i toni terrosi e speziati del vino.
Per chi predilige la cucina vegetale, suggerisco piatti a base di funghi porcini o piatti ricchi di umami, come risotti elaborati o piatti a base di legumi e radici, che possono bilanciare la potenza del Barolo senza essere sopraffatti.
Infine, è essenziale servire questo vino alla temperatura giusta, intorno ai 18°C, per esaltarne al meglio le qualità e assaporarne ogni sfumatura. L’esperienza di degustazione del Barolo Monfortino Riserva Conterno 2010 sarà così non solo un piacere per il palato, ma un vero e proprio viaggio sensoriale attraverso i sapori e i profumi della tradizione piemontese.

In Conclusione

Il Barolo Monfortino Riserva Conterno 2010 non è solo un vino, è un’opera d’arte, un pezzo di storia enologica che rappresenta l’apice della produzione vinicola italiana. Con il suo prezzo che sfiora quello di un’automobile di lusso, simboleggia l’unione tra tradizione, passione e eccellenza, caratteristiche che rendono unici i prodotti tipici italiani.
Scopri su Paesi del Gusto altri imperdibili Prodotti d’eccellenza!

Aurora De Luca
Aurora De Luca


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur