È questa la regione italiana dove si spende di più per mangiare: qual è e quanto si spende

Marianna Di Pilla  | 12 Apr 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Emilia Romagna, spesa. Ph. @D-VISIONS - Shutterstock.com/solo uso editoriale

Quando si parla di Italia, è impossibile non pensare al cibo.
Il cibo in Italia è più di una semplice necessità fisiologica: è una forma d’arte, una manifestazione di cultura e identità, un linguaggio universale.
L’Italia è una terra ricca di tradizioni culinarie dove ogni regione, ogni città, ogni piccolo borgo ha le sue specialità e piatti simbolo. Dai pizzoccheri della Valtellina alla ribollita toscana, dalla pasta alla norma siciliana alla pizza napoletana, ogni piatto è un viaggio.
Il cibo italiano è un patrimonio da preservare e valorizzare. Le ricette della nonna, le antiche tradizioni legate alla produzione e alla preparazione degli alimenti sono un tesoro prezioso da custodire gelosamente.
E tra le regioni italiane più ricche sotto il profilo gastronomico c’è anche quella che, stando ai Dati Istat, è anche quella che spende di più per acquistare cibo e mangiare.

Emilia Romagna, quanto si spende per la spesa


Secondo i dati Istat dal 2022 ad oggi, è l’Emilia-Romagna ad aggiudicarsi questo primato.
Questa regione registra una delle spese più alte in Italia, tendenza che si accompagna alla più bassa incidenza del tasso di povertà. A questo dato se ne aggiunga un altro rilevato da Coldiretti da cui emerge che in Emilia Romagna la spesa alimentare assorbe ben il 18% delle risorse totali.
Basti pensare che, se si considerando i consumi totali, le famiglie in Emilia Romagna spendono una media di circa 300 euro in più rispetto al resto d’Italia.
Questo vuol dire che in sostanza in Emilia Romagna le famiglie hanno il frigo sempre pieno, a dispetto dell’aumento dei costi e dei rincari dei prezzi generali.
Dopo l’Emilia Romagna, le regioni che spendono di più per fare la spesa sono Trentino Alto Adige, Lombardia, Puglia e Calabria.

Emilia Romagna, una terra di sapori


Bellissimo pezzo di Parmigiano su un tagliere di legno
Quasi non stupisce che un simile primato spetti a questa regione dove la cucina è una forma d’arte e il cibo una vera passione. Terra di sapori autentici, di ricette tradizionali e di prodotti locali rinomati in tutto il mondo, l’Emilia Romagna è un vero paradiso per gli amanti del buon cibo.
Qui ogni angolo nasconde una prelibatezza da gustare: dalla mitica tagliatella alla bolognese al tortellino, fino alla mortadella e al ragù alla bolognese che è un capolavoro di lento, paziente e amorevole lavoro in cucina.
Ci sono poi le colline di Parma dove si produce il famoso prosciutto crudo, formaggi prelibati tra cui spicca il Parmigiano Reggiano e ricette storiche come quella dell’erbazzone IGP.
In questo itinerario tra i sapori del territorio non si può non fare un salto anche in Romagna. Da Ravenna a Rimini, passando per Cesena e Forlì, la cucina romagnola vede nella piadina la sua regina indiscussa.
Ecco allora che l’Emilia Romagna si conferma una terra di sapori autentici e di tradizioni gastronomiche in cui ogni piatto è una storia da raccontare, un viaggio attraverso una terra generosa e accogliente che conosce il vero significato della parola “gusto”.
[foto copertina @D-VISIONS – Shutterstock.com/solo uso editoriale]

Marianna Di Pilla
Marianna Di Pilla


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur