Ecco dove si produce la mozzarella più buona d’Italia!

Redazione  | 27 Giu 2023  | Tempo di lettura: 5 minuti

La mozzarella è uno dei prodotti caseari più amati e consumati dagli italiani, ma anche all’estero. Si tratta di un formaggio fresco a pasta filata, ottenuto dalla lavorazione del latte di bufala o di vacca. La mozzarella ha una forma rotonda o ovale, una superficie liscia e lucida e una consistenza morbida e elastica. Il suo sapore è delicato e leggermente acidulo, con note di latte e panna.
Ma qual è la mozzarella più buona d’Italia? Dove si produce e come si riconosce? Ecco dove si produce la mozzarella più buona d’Italia, facendo riferimento ad alcune classifiche e riconoscimenti ottenuti dai migliori caseifici italiani.

Mozzarella di bufala vs mozzarella di latte vaccino

La prima distinzione da fare è tra mozzarella di bufala e mozzarella di latte vaccino. La prima è considerata la più pregiata e tipica della tradizione italiana, in particolare della Campania, ma anche del Lazio e della Puglia. La seconda è più diffusa e economica, ma non per questo meno gustosa.
Entrambe le tipologie di mozzarella devono rispettare dei requisiti di qualità e sicurezza per essere commercializzate. In particolare, la mozzarella di bufala può fregiarsi del marchio DOP, Denominazione di Origine Protetta, che garantisce l’origine geografica e il rispetto del disciplinare di produzione. La mozzarella di latte vaccino invece non ha una denominazione specifica, ma deve comunque seguire le norme igienico-sanitarie previste dalla legge.

I migliori caseifici produttori

Per scegliere la mozzarella più buona d’Italia bisogna affidarsi al gusto personale, ma anche ai giudizi degli esperti del settore. Esistono infatti diverse classifiche e premi che valutano le migliori mozzarelle in base a criteri come l’aspetto, l’odore, la consistenza e il sapore. All’ultima edizione del Campionato della Mozzarella 2022 hanno vinto due caseifici rispettivamente per la Mozzarella di Bufala Campana Dop e mozzarella di latte di bufala Non Dop. A vincere il Campionato nella categoria Mozzarella di Bufala Campana Dop è il caseificio Jemma di Battipaglia a Salerno. Invece, nella categoria della Non Dop il caseificio Giuseppe Morese.
Ma, esistono diversi riconoscimenti sul territorio italiano che premiano i migliori caseifici produttori di mozzarella in Italia come Il Premio Roma per la Mozzarella di Bufala Campana DOP, il Premio Olio & Mozzarella, o ancora Il Premio Mozzarelle d’Italia.
Secondo questi premi, alcuni dei migliori caseifici produttori di mozzarella in Italia sono:

• Il Caseificio Vannulo, situato a Capaccio Paestum, produce una mozzarella di bufala biologica e artigianale, lavorata ancora nei tini di legno.
• Il Caseificio Don Peppe Diana situato a Castel Volturno produce una mozzarella di bufala sociale e solidale.
• Il Caseificio Porta Roma, situato a Fondi, produce una mozzarella di bufala al 100% con latte proveniente da allevamenti selezionati.
• Il Caseificio Cinque Stelle, situato a Castro dei Volsci, produce una mozzarella di bufala Dop con latte proveniente da allevamenti propri o convenzionati.

La classifica della mozzarella migliore

Le classifiche e le “gare” sono diverse, tra le classifiche più recenti e autorevoli, quella pubblicata dalla rivista francese 60 Millions de Consommateurs, che ha esaminato 18 mozzarelle tra quelle di bufala e quelle di latte vaccino presenti nei supermercati italiani. La valutazione è stata fatta da 10 assaggiatori professionisti che hanno assegnato un punteggio da 1 a 20 a ogni prodotto. Secondo questa classifica, la migliore mozzarella di bufala DOP è quella prodotta dal caseificio Zanetti, con 15 punti su 20. Si tratta di un’azienda storica fondata nel 1900 a Verona, che oggi produce anche altri formaggi tipici italiani come la grana padano e il gorgonzola.

La mozzarella Zanetti si distingue per la sua consistenza compatta ma fondente, il suo sapore equilibrato e la sua freschezza garantita.
La seconda mozzarella di bufala DOP più apprezzata è quella prodotta da Galbani, un marchio famoso e diffuso in Italia e all’estero, che offre una vasta gamma di prodotti caseari di qualità. La mozzarella Galbani si caratterizza per la sua forma regolare e liscia, il suo profumo delicato e il suo gusto dolce e cremoso. La terza mozzarella di bufala DOP più votata è quella prodotta dal caseificio Lovilio di Lidl, Lovilio un marchio esclusivo della catena di supermercati Lidl, che propone una mozzarella di bufala a un prezzo conveniente ma senza rinunciare alla qualità. La mozzarella Lovilio si presenta con una forma irregolare e rugosa, un odore intenso e un sapore ricco e persistente.

Tra le mozzarelle di latte vaccino, la migliore secondo la classifica francese è quella prodotta da Ambrosi, azienda leader nel settore caseario italiano. La seconda mozzarella di latte vaccino più gradita è quella prodotta da Simply di Carrefour, un marchio della catena di supermercati Carrefour. La terza mozzarella di latte vaccino più apprezzata è quella prodotta da Granarolo, un’azienda italiana specializzata nella produzione di latte e derivati, che offre anche una mozzarella di latte vaccino con ingredienti naturali e selezionati. La mozzarella Granarolo si distingue per la sua forma rotonda e liscia, il suo odore gradevole e il suo gusto delicato e cremoso.

Come si consuma la mozzarella

La mozzarella è un formaggio versatile e adatto a diverse preparazioni culinarie. Si può consumare sia cruda che cotta, sia fredda che calda, sia da sola che abbinata ad altri ingredienti.
Tra i modi più semplici e gustosi di mangiare la mozzarella immancabile la caprese, la mozzarella in carrozza e gustarla sopra la pizza margherita. Ovviamente ci sono moltissime altre ricette che si possono realizzare, come il risotto alla pizzaiola, oppure i tortiglioni alla pizzaiola, ma anche delle originali girelle di pasta filanti. Per i secondi piatti si possono preparare delle scaloppine di vitello alla pizzaiola, degli involtini di melanzane alla mediterranea o degli straccetti di pollo alla sorrentina. Infine, per gli antipasti o gli stuzzichini si possono fare delle pizzette rosse, degli arancini di riso, degli hamburger di mozzarella o degli spiedini di avocado, mozzarella e focaccia alle olive. Insomma, la mozzarella si può gustare come più piace, l’importante è scegliere la migliore.

Redazione
Redazione


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur