Ecco perché la cipolla di Tropea è un'eccellenza italiana in un luogo difficile | Paesi del Gusto

Ecco perché la cipolla di Tropea è un’eccellenza italiana in un luogo difficile

Francesco Garbo  | 31 Mag 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

Tropea è un comune italiano che si trova in Calabria, in provincia di Vibo Valentia. La leggenda vuole che il suo fondatore sia Ercole che, di ritorno dall’attuale Gibilterra, si fermò nelle coste del Sud Italia. Questa città è una gettonatissima meta turistica grazie al suo mare cristallino ma è nota in tutto il mondo grazie alla Cipolla Rossa di Tropea I.G.P.

La cipolla rossa

La Cipolla Rossa di Tropea, conosciuta anche come l’oro rosso di Calabria, risulta iscritta all’elenco Europeo delle “Denominazioni di Origine e Indicazioni Geografiche Protette” e rappresenta un vero e proprio prodotto di successo in Italia e all’estero. La storia della cipolla si interseca con quella della Calabria sin dai tempi dei Fenici prima e dei Greci poi. Fu nel tratto di costa che va da Fiumefreddo Bruzio fino a Nicotera che la cipolla trovò il terreno giusto per rendere al meglio le sue caratteristiche. Ci sono poi molte citazioni di viaggiatori che fra il ‘700 e l’800 visitando la costa tirrenica da Pizzo a Tropea, raccontavano delle cipolle rosse. In ogni caso la diffusione della cipolla di Tropea viene fatta risalire al periodo borbonico, quando viene introdotto nei mercati del nord Europa. I primi rilevamenti statistici sulla coltivazione di questo tipo di cipolla sono riportati nell’Enciclopedia agraria Reda e siamo nel 1936 all’incirca.

Il terreno di coltivazione

Il terreno dove si coltivano queste cipolle va dalla fascia costiera medio-alta tirrenico calabrese, fino alle province di Cosenza, Catanzaro e Vibo Valentia. La cipolla rossa di Tropea predilige terreni freschi e vicini al mare. Infatti gli appezzamenti di terra vicini alla costa hanno il terreno ideale e il clima mite per far crescere al meglio questo tipo di cipolla. Importantissimo è il legame che questa cipolla ha con il terreno dove viene coltivata, se infatti viene coltivata in aree diverse non avrà le stesse qualità. Che poi una domanda sorge spontanea a questo punto, perché questa cipolla è rossa? Il colore caratteristico è determinato dalla ricchezza di antocianine, ovvero composti polifenolici.

La cipolla rossa di Tropea non solo è buona ma fa anche bene alla nostra salute. Anestetica, antisettica, capace ci curare reumatismi e mal di testa ma anche ascessi. Regola il tasso di colesterolo nel sangue e allontana il rischio tumorale. Secondo la tradizione popolare in caso di tosse o raffreddore si consiglia di tagliare una cipolla in due e lasciarla sul comodoni per aspirane i vapori durante la notte. Altro uso è quello di passare una cipolla sulla puntura di vespa per alleviare il prurito.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur