Erbazzone di Reggio Emilia

PaesidelGusto  | 10 Gen 2019  | Tempo di lettura: < 1 minuto

Un doppio strato di pasta racchiude un ripieno a base di verdure e Parmigiano. Il prodotto è cotto al forno. Viene prodotto in grandi teglie e venduto tagliato a tranci. Si tratta in sostanza di una torta salata della cultura contadina reggiana, farcita di: spinaci, cipolla, aglio, pangrattato ed una consistente dose di parmigiano reggiano, cioè composta da tutti quei prodotti che costituiscono la base alimentare della popolazione reggiana sin dall’epoca medioevale.

 

Territorio interessato alla produzione: Reggio Emilia città e provincia

 

Cenni storici e curiosità
E’ un prodotto tipico dell’arte culinaria contadina della zona di Reggio Emilia. Ha origini antichissime ed era sicuramente conosciuto già in epoca medioevale. A “preparare” il primo “erbazzone” sarebbe stata una massaia contadina, la cd. Rezdora, cioè la persona tradizionalmente addetta alla gestione della casa, e quindi anche della preparazione dei pasti, che in questo caso ha saputo “trasformare” i pochi prodotti a disposizione (cioè i soli prodotti allevati nel proprio orto) in una “focaccia” destinata a rimanere immutata sino ad oggi.

PaesidelGusto
PaesidelGusto


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur