Esperienza a Bormio: un affascinante viaggio tra storia, benessere e sapori alpini | Paesi del Gusto

Esperienza a Bormio: un affascinante viaggio tra storia, benessere e sapori alpini

Marianna Notti  | 08 Gen 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Uno scorcio di Bormio, in Valtellina

Nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, Bormio è uno dei borghi più antichi e ricchi di storia dell’arco alpino. Vivere un’esperienza a Bormio significa fare un tuffo nella storia e nella cultura locali, ma anche rilassarsi nelle sue rinomate stazioni termali, lanciarsi in discese mozzafiato sugli sci e gustare i piatti tipici della Valtellina.

Il centro storico di Bormio

Ricco di monumenti civili e religiosi, il centro storico di Bormio ha il suo fulcro nella piazza del Kuerc. Questo edificio, risalente al XIV secolo, nel periodo dell’autonomia bormina era il luogo dove veniva amministrata la giustizia. Oggi, il Kuerc è invece un ritrovo irrinunciabile per turisti e bormini. Lo sovrasta la Torre delle Ore (o della Bajona, campana), altro simbolo della storia locale. Passeggiando per le vide di questa splendida cittadina non si può non attraversare il Ponte di Combo. Antichissimo, pare che risalga al 1300 e la sua arcata a schiena d’asino unisce le due sponde del torrente Frodolfo. Numerose anche le chiese di interesse storico, tra le quali spicca l’antichissima Collegiata, la chiesta parrocchiale, risalente all’824, anche se ricostruita nel 1600.

Le terme, lo sci e la natura rendono Bormio una meta ricercata

Pare che il nome Bormio derivi dal termine celtico “warm”, caldo, in virtù della presenza nel territorio di fonti calde di acqua termale, che sgorga a temperature tra i 36° e i 41°C. La cittadina vanta tre centri termali esclusivi: QC Terme Bagni Vecchi, con la grotta di San Martino, una sorta di “bagno turco naturale” scavato nella roccia; QC Terme Bagni Nuovi, con i giardini di Venere, considerati il più grande parco termale alpino; e Bormio Terme, un centro benessere con attrazioni e attività per tutte le età. Ma Bormio è anche sport e natura. A partire dallo sci, con la Pista Stelvio, che arriva proprio nel cuore del paese ed è nota per la sua spettacolarità. Quattro gli impianti di risalita: Bormio, Santa Caterina, Cima Piazzi – San Colombano e Stelvio, dove si scia anche in estate. Senza dimenticare le bellezze paesaggistiche del Parco Nazionale dello Stelvio, dove trascorrere una piacevole vacanza immersi nella natura.

Uno scorcio di Bormio, in Valtellina

Bormio e i sapori della Valtellina, per un’esperienza di gusto

Non si può parlare di Valtellina, e di Bormio, senza parlare di pizzoccheri. Un vero e proprio comfort food, i pizzoccheri sono tagliatelle di grano saraceno, dal sapore rustico e intenso, che si servono condite con patate, verze, burro e formaggio filante, ovviamente locale. Sempre a base di grano saraceno, la polenta taragna è un altro piatto tipico bormino. Tra i salumi imperdibile la Bresaola della Valtellina Igp, ottenuta dalla coscia di manzo, salata e stagionata. Vastissima, infine, l’offerta di formaggi locali, tutti caratterizzati da un gusto intenso e deciso, dovuto probabilmente all’alimentazione dei bovini da latte che, in estate, vivono in alta quota, negli alpeggi. Tra questi citiamo il Bitto, che si produce solo da giugno a settembre a quote superiori a 2000 metri, il Casera Dop e l’antichissimo Scimudin, un formaggio a breve maturazione dalla pasta morbida e dal sapore dolce e delicato.

Marianna Notti
Marianna Notti


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur