Home » Eventi » I cuochi dell’Alleanza Slow Food si incontrano da FICO Eataly World: tra gusto e tradizione

I cuochi dell’Alleanza Slow Food si incontrano da FICO Eataly World: tra gusto e tradizione

Alleanza Cuochi Slow Food FICO Eataly World

È un appuntamento che si sposa perfettamente con la filosofia della location in cui si tiene, poiché è un evento che celebra le eccellenze enogastronomiche italiane e che ha come palcoscenico privilegiato proprio il parco del cibo che ogni giorno le mette in mostra proponendole al grande pubblico.

L’Alleanza dei Cuochi di Slow Food, a FICO Eataly World dal 15 al 18 novembre 2019, è la manifestazione che coinvolge oltre 1100 cuochi sostenitori della biodiversità e ambasciatori delle identità territoriali nostrane.

Sono cuochi di diversa provenienza: dalle cucine di osterie, ristoranti e bistrot, a quelle di strada, propongono tutti le loro pietanze, che soddisfano sì il palato, ma al tempo stesso racchiudono la loro personale concezione del food.

Si tratta di storie, cucine, personalità tutte diverse, accomunate però dall’impegno per sostenere la biodiversità alimentare, la tutela dei sapori e delle tradizioni locali. I menù proposti dall’Alleanza dei Cuochi di Slow Food vogliono dunque rispecchiare questi ideali anche – e soprattutto – attraverso i nomi dei produttori e dei fornitori, per mettere in rilievo il lavoro e la passione di queste realtà rispettose dell’ambiente e desiderose di valorizzare i prodotti locali, nel totale rispetto delle materie prime e dell’autenticità del territorio.

È la terza volta che tutti i cuochi si incontrano da FICO Eataly World per confrontare esperienze, programmi e visioni personali, e quella del 2019 è un’edizione speciale poiché è l’anno che festeggia i 10 anni dalla nascita del progetto Alleanza dei Cuochi di Slow Food. L’Alleanza è nata per sostenere i produttori di piccola scala custodi della biodiversità, e i cuochi aderenti si impegnano a utilizzare ogni giorno nelle loro cucine i prodotti dei Presìdi Slow Food, dell’Arca del Gusto e dei loro territori.

Gli esponenti dell’associazione, custodi della biodiversità, si confronteranno in questi giorni sulla crisi climatica che mette a rischio l’agricoltura e sul ruolo fondamentale dei cuochi, che possono diventare efficaci educatori e fautori del cambiamento degli stili alimentari.

Domenica, infine, in uno dei ristoranti di FICO, saranno ai fornelli i cuochi sudafricani aderenti all’Alleanza Slow Food con ricette “From nose to tail”: preparazioni che utilizzano tutte le parti dell’animale, senza alcuno spreco, in piatti tradizionali del Paese.

L’Alleanza è nata per sostenere i produttori di piccola scala custodi della biodiversità, e i cuochi aderenti si impegnano a utilizzare ogni giorno nelle loro cucine i prodotti dei Presìdi Slow Food, dell’Arca del Gusto e dei loro territori.

Per celebrare i 10 anni dell’Alleanza, anche i ristoranti di FICO aderiscono simbolicamente proponendo un menù a base di prodotti di oltre 60 Presìdi Slow Food: un’occasione per conoscere le piccole produzioni tradizionali che rischiano di scomparire!