Home » Eventi » Il Palio di Sant’Anselmo e la Sagra del Biscotto a Bomarzo

Il Palio di Sant’Anselmo e la Sagra del Biscotto a Bomarzo

Palio di Sant'Anselmo e Sagra del Biscotto di Bomarzo
Palio di Sant'Anselmo e Sagra del Biscotto di Bomarzo

Dal 22 al 25 aprile si tengono a Bomarzo i festeggiamenti in onore del Santo Patrono Anselmo, vescovo-signore di Bomarzo vissuto secondo la tradizione nel VI secolo.

L’evento di punta dei festeggiamenti è il Palio, una corsa di cavalli con fantino in cui le cinque contrade del paese che si contendono il drappo che ogni anno viene realizzato da un artista diverso. La gara, che si tiene in località Fossatello, è preceduta da tutta una serie di riti che iniziano due giorni prima con la presentazione e messa in mostra del Palio in Chiesa.

Il Palio di Sant’Anselmo e la Sagra del Biscotto a Bomarzo: date e novità

La mattina del 25 aprile si svolge l’estrazione pubblica per l’assegnazione dei cavalli ai rioni. Durante il pomeriggio si tiene una solenne sfilata in costume cinquecentesco che parte da Palazzo Orsini, accompagnata dalla banda musicale. Con circa 250 figuranti: ragazzi e ragazze in costume del luogo, sbandieratori, i Priori dei Rioni con i loro stendardi, i fantini a cavallo, il Capitano del Popolo e infine il trionfale carroccio trainato da una coppia di candidi buoi che trasporta il nuovo “Palio”.

Prima della gara viene estratto l’ordine di partenza e il mossiere vigila sul corretto andamento dei preliminari e dà il via. I cavalli sono montati da fantini famosi: alcuni hanno preso parte al Palio di Siena, così come per gli osservatori delle contrade senesi è diventato di rito assistere alle corse di Bomarzo alla ricerca di nuovi talenti.

La gara è prevista sui cinque giri dell’anello del circuito e al termine si assiste alle prevedibili scene di giubilo dei contradaioli vincitori con il fantino e il cavallo portati in trionfo. Una cena nella piazza della contrada vincitrice, cui sono invitati tutti i bomarzesi, suggellerà questi momenti di grande intensità emotiva.

La prima edizione della Sagra del Biscotto, che si abbina al Palio di Sant’Anselmo, risale al 1973, quando l’Associazione Pro Loco di Bomarzo volle promuovere e valorizzare questo prodotto tanto caro agli abitanti locali. La nascita del biscotto, che per dimensione e forma è più somigliante ad una ciambella, risale al V sec. d.C., quando l’allora vescovo della città Anselmo fece produrre un pane dolce, denominato Pane di Sant’Anselmo, da distribuire ai poveri e bisognosi e ai pellegrini che transitavano da quelle parti verso la città santa di Roma, sulla Via Francigena. Da allora questa tradizione si è conservata di generazione in generazione e l’antica ricetta, gelosamente custodita da madre in figlia, è rimasta pressoché immutata.

A Bomarzo si preparano migliaia di biscotti di Sant’Anselmo, riconosciuti anche dal marchio di qualità italiano PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali), i veri protagonisti della Sagra che attira ormai tanti visitatori.

Imperdibile una visita al famosissimo Parco dei Mostri di Bomarzo.

Lo storico Biscotto di Sant'Anselmo
Lo storico Biscotto di Sant’Anselmo

Informazioni utili date e orari: Palio Sant’Anselmo e Sagra del Biscotto Bomarzo