Fagiolo borlotto di Mangia

PaesidelGusto  | 10 Gen 2019  | Tempo di lettura: 2 minuti

zona di produzione: Comune di Sesta Godano, località Mangia (La Spezia)

curiosità: Questa produzione è antichissima e radicata nel comune di Sesta Godano da diverse generazioni. Le modalità di coltivazione sono state mantenute invariate nel tempo. Gli abitanti del posto suggeriscono di servire il fagiolo di Mangia lessato e condito con poco olio per apprezzarne maggiormente le qualità gustadive. Sono diversi i coltivatori che mantengono la tradizione e che si occupano anche della rivendita che è principalmente locale. La produzione è favorita dalle particolari caratteristiche del terreno su cui è coltivata (le rive del torrente Mangia).

caratteristiche: Fagiolo borlotto rampicante di colore rosso, che cresce in verticale, molto produttivo. Si coltiva lungo il torrente Mangia, nel Comune di Sesta Godano.

preparazione: I coltivatori fanno arrampicare la pianta lungo rami raccolti nel bosco e raggiunge grandi altezze. Viene annaffiata per allagamento con acqua del torrente Mangia, sulle cui rive viene coltivata. Una volta raccolti, i fagioli sono fatti seccare in modo a naturale con l’esposizione al sole.

ricetta: Fagioli borlotti di Mangia con salsicce.
Ricetta per 4 persone: lasciare ½ Kg di fagioli secchi a bagno in acqua fredda per una notte e la mattina successiva farli bollire per circa due ore. Bollire a parte 4 salsicce di maiale per metà cottura. Tritare cipolla e aglio e farli rosolare a fuoco lento aggiungendo un po’ di salsa di pomodoro, quindi aggiungere le salsicce ed il peperoncino ed ultimare la cottura. Unire i fagioli e cuocere il tutto per 10 minuti.

Fonte: La vetrina di Agriligurianet.it – Regione Liguria 2006

PaesidelGusto
PaesidelGusto


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur