La farinata: a Sanremo si mangia così

Francesco Garbo  | 07 Feb 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti

La farinata è una tipica ricetta ligure, un piatto povero a base di farina di ceci e conosciuta anche con il nome di sciamada. La tradizione vuole che questa preparazione sia fatta in forno a legna in apposite teglie di rame ma il risultato sarà buono anche nel vostro forno di casa. Gli ingredienti per preparare la farinata sono pochi, solo quattro: acqua, farina di ceci, sale e olio EVO. La peculiarità di questa torta di ceci è quella di essere molto croccante all’esterno e morbida nella parte interna. Tutto parte da una pastella liscia e omogenea che per un risultato ottimale deve essere fatta riposare 12 ore.

La farinata di Sanremo

Sono moltissime le varianti di questa ricetta,  ad esempio nella zona di Oneglia la parte superiore della farinata si cosparge di cipolla, a Savona la farinata si prepara più alta e viene arricchita con il rosmarino mentre la più sottile è quella di Sanremo, qui viene insaporita con il pepe nero. Vediamo nel dettaglio la ricetta della farinata di Sanremo.

Farina di ceci

Siamo abituati a mangiare i ceci come contorno, in una minestra o accompagnati ad esempio al pesc, ma meno spesso consumiamo la farina di ceci, preziosa per il nostro organismo. Le prime testimonianze di coltivazioni di ceci derivano dall’età del bronzo ancor prima degli Egizi e degli Antichi Romani. La farina di ceci è il frutto della macinazione dei ceci, appunto, che appartengono però a una varietà diversa rispetto a quella che si consuma a tavola. La farina macinata a pietra è quella più costosa ma anche migliore in gusto e qualità.

Molto utilizzata in Liguria proprio per la farinata ma anche in Sicilia per le famosissime panelle, deliziose frittelle di farina di ceci fritte e consumate con il pane, appunto, pane e panelle. Insomma questa farina riesce a regalare preparazioni squisite tutte da gustare e preziose anche per coloro che sono celiaci.

Farinata di Sanremo

Ingredienti

  • 400 g di farina di ceci
  • 65 ml di olio extra vergine di oliva
  • 15 g di sale fino
  • 1,2 L di acqua
  • pepe nero macinato (a piacere)

Procedimento

  1. Versate tutta la farina di ceci in una ciotola e mescolate poco per volta con l’acqua versata a filo. Aiutatevi con una frusta a sciogliere i grumi, qualora si dovessero formare.
  2. Continuate a mescolare il composto fin quando risulterà liscio e omogeneo, aggiungete quindi il sale.
  3. Coprite con un coperchio e lasciate riposare in frigo per almeno 12 ore, rimestando di tanto in tanto.
  4. Trascorse le 12 ore mescolate ancora una volta il composto e aggiungete l’olio a filo.
  5. Ungete una padella antiaderente e riscaldatela sul fuoco. Il procedimento è simile a quello di una frittata. Versate un paio di mestoli del composto e, dopo averlo distribuito in modo uniforme lasciatelo cuocere da un lato e poi dall’altro. Aggiungete il pepe prima di capovolgere la farinata così rimarrà ben attaccato all’impasto.
  6. Continuate in questo modo fino a finire l’impasto e servite la farinata calda.
Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur