Feta e pesce fresco, ecco cosa mangiare sull'isola più romantica di tutta la Grecia | Paesi del Gusto

Feta e pesce fresco, ecco cosa mangiare sull’isola più romantica di tutta la Grecia

Francesco Garbo  | 18 Ago 2023  | Tempo di lettura: 4 minuti

Santorini è probabilmente nell’immaginario di tutti con i suoi tramonti magici e le sue case bianche, una tela pronta ad accogliere i colori stupendi forniti dalla natura quando il sole scompare dietro la via dell’orizzonte. Un viaggio che molti dovrebbero fare visto che qui non solo ci sono posti meravigliosi ma anche buon cibo. Scopriamo quindi cosa offre Santorini ai turisti incuriositi e affamati.

Tra piscine e case bianchissime

Santorini nasce dopo un’eruzione, infatti è un isola vulcanica e si vede dal colore delle spiagge. Tra le isole più affascinanti delle Cicladi con la sua caldera regala un panorama unico. Proprio una delle cose da fare è affacciarsi sulla caldera tra hotel di lusso e piscine a sfioro. Oia è il punto migliore per vedere il tramonto in strette stradine che durante quest’ora diventano affollatissime. Ci sono poi anche siti archeologici come Delos che è il più importante di tutto l’Egeo. Molte sono le tracce rimaste dell’antica città che qui prosperava prima dell’esplosione che seppellì la città. Poi ci sono le spiagge, meno spettacolari di altre qui in Grecia per via della sabbia nera, Kamari e Perissa sono le più gettonate.

Cosa mangiare

Molti i piatti della tradizione greca che qui potete assaggiare, somiglianti per certi versi ai piatti italiani dal momento che le due cucine si basano entrambe sulla dieta mediterranea. Olio d’oliva e le stesse olive, verdure e pesce sono alla base di moltissime ricette dalle quali sarete conquisati sin dal primo assaggio.La Mousaka è uno dei piatti più rappresentativi della Grecia, simile a una parmigiana di melanzane ma molto più ricca. Tra gli strati di melanzane fritte si nasconde del profumatissimo ragu, il tutto abbracciato dalla besciamella impreziosita da un tocco di cannella. Per stare più leggere le Domatokeftedes, gustosissime polpette di pomodori con menta e cipolla, piatto perfetto anche per vegani e vegetariani.

Come salsa base per antipasto e d’accompagnamento alla carne c’è lo Tzatziki, una salsa fresca a base di yogurt greco, cetrioli e aglio, perfetta da accompagnare con la pita greca per iniziare il pasto con gusto. Particolare per il gusto sono poi i Dolmades, degli involtini di riso avvolti in foglia di vite con un ripieno che varia a seconda delle ricette, dalla carne al riso oppure con pinoli e uvetta.

Come non nominare la feta se si parla di cucina greca, il formaggio greco per eccellenza prodotto con latte di pecora e capra, molto saporito e con pasta semvidura viene consumato in moltissime ricette da antipasti a insalate. Per chiudere con i piatti salati il gyros spesso anche servito nella pita, un cibo greco da strada molto simile al kebab.  La carne di maiale viene cotta su lunghi spiedi e condita con un mix di spezie per poi essere tagliata in modo sottile e accompagnate a cipolla e salsa tzatziki.

Non da meno i dolci come ad esempio i Loukoumades, frittelle originarie della Turchia, fritte e ricorrere con miele, cannella e noci tritate. Di solito questo piatto si prepara in occasione del giorno di Sant’Andrea. Irresistibili le Baklavas, un dolce non facile da realizzare formato da molti strati di pasta filo con noci o pistacchi irrorato da un mix di zucchero e succo di limone o miele e spezie con acqua di rose. Il dolce viene cotto poi in forno. Secondo la tradizione greca il dolce prima di essere servito deve essere tagliato prima in triangoli.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur