Frittelle di baccalà

Condividi con:

Ingredienti

-baccalà (già ammollato) gr. 800
-farina bianca
-un uovo
-olio d’oliva
-poco latte
-un limone

Preparazione

Pulire perfettamente il baccalà togliendogli tutta la pelle e le spine, poi tagliarlo a pezzetti. Rompere in una terrina l’uovo intero e sbatterlo leggermente con la forchetta unendo tre cucchiaiate di farina bianca: aggiungere un po’ di latte, tanto da ottenere una pastella ne’ troppo liquida,ne’ troppo densa. Immergere poi nella pastella i pezzetti di baccalà (uno per volta) e friggerli in olio bollente. Quando si vedranno i pezzi di pesce ben cotti e coloriti scolarli e posarli su carta di tipo assorbente, quindi sistemarli su un piatto di portata caldo e guarnirlo con fettine di limone.

Frittelle di baccalà

Condividi con:

zona di produzione: I comuni costieri del Genovesato e dello Spezzino

caratteristiche: Piccole frittelle rotonde di colore dorato preparate con pastella di farina bianca, uova e pezzetti di baccalà. Fritte in olio bollente e servite calde, sono fragranti e leggere. L’uso del baccalà, così come dello stoccafisso, è da sempre legato alla cucina marinara povera, e così fu anche per La Spezia. Già negli anni ’50, le frittelle di baccalà, servite calde e con un bicchiere di vino, venivano servite da diversi locali, diventando espressione di convivialità.

ricetta: Per queste gustose frittelle gli ingredienti sono: 600 g di baccalà bagnato, farina bianca, olio di oliva, lievito di birra, due uova, sale. Preparazione: per la pastella unire la farina bianca con l’acqua e aggiungere il lievito di birra, precedentemente sciolto in acqua tiepida, e salare. Sbattere le uova, aggiungendo la pastella e i pezzetti di baccalà, quindi friggere in olio ben caldo. Quando le frittelle sono dorate, scolarle e asciugarle per eliminare l’unto in eccesso.

Fonte: La vetrina di Agriligurianet.it – Regione Liguria 2006