Gavi, in Piemonte alla scoperta di vini bianchi e di storie di famiglia

Marianna Di Pilla  | 14 Mag 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Azienda Agricola Simone Barisone, Gavi

Il Piemonte è rinomato a livello mondiale per i suoi vini eccezionali, che spaziano dai robusti Barolo e Barbaresco ai più delicati e raffinati Gavi.
La zona di Gavi è un vero gioiello da scoprire ed esplorare attraverso la sua unicità e il contributo significativo che ogni giorno regala al patrimonio vinicolo della regione.

Gavi, un regno di vini piemontesi

Gavi
Gavi

Situata nella parte sud-orientale del Piemonte e nei pressi della Liguria, la zona di Gavi è famosa per il suo vino bianco di grande eleganza e freschezza, che prende il nome dal comune più importante dell’area, Gavi.
Il terreno di Gavi, ricco di marne calcaree e arenarie, insieme alle moderazioni climatiche provenienti dal vicino Mar Ligure, fornisce un ambiente ideale per realizzare una viticoltura di alta qualità e per creare vini con una distintiva mineralità e vivacità, celebrati per la loro capacità di esprimere con chiarezza il terroir di origine.
Il Gavi o Cortese di Gavi è stato uno dei primi vini italiani a ricevere il riconoscimento DOC nel 1974, elevato poi a DOCG nel 1998. Questo status sottolinea l’alta qualità e l’importanza di questo vino nel panorama vitivinicolo italiano.
Il Gavi è un eccellente compagno di tavola, versatile e adatto a un’ampia varietà di piatti. Si abbina splendidamente con antipasti leggeri e piatti a base di pesce, e può essere un ottimo accompagnamento per il sushi e il sashimi grazie alla sua acidità pulita e al profilo aromatico delicato. È inoltre ideale combinato con i piatti della cucina ligure, come la famosa torta di riso o il pesto alla genovese, dove la freschezza del vino bilancia la ricchezza e l’intensità del piatto.

Azienda Agricola Simone Barisone, vini di famiglia

Gavi
Gavi

Per gli amanti del vino e del turismo enogastronomico, una visita alla zona di Gavi offre molto di più che semplici degustazioni. Le cantine della regione, spesso situate in pittoreschi paesaggi collinari, offrono tour che permettono di esplorare i vigneti, conoscere il processo di vinificazione e, naturalmente, degustare il vino nella sua terra d’origine. Molte di queste cantine combinano antiche tradizioni con tecnologie moderne, permettendo ai visitatori di vedere da vicino come la storica uva Cortese autoctona viene trasformata in vino.
Il Gavi rappresenta una parte essenziale della diversità vitivinicola del Piemonte. Con il suo profilo elegante e raffinato, questo vino non solo riflette le caratteristiche uniche del suo terroir ma offre anche una porta di accesso alla comprensione della più ampia cultura vinicola italiana. Per chi cerca un vino che coniughi storia, terroir e qualità, il Gavi è una scelta eccellente, capace di offrire un sorso rinfrescante della tradizione piemontese.
Ed è proprio a Gavi che opera da anni l’Azienda Agricola Simone Barisone, in una cascina storica nota come La Maruffa. Interessante che ogni vino prodotto da Simone Barisone sia quasi un capitolo della più ampia storia di famiglia. Tra i tanti vini che produce, molti portano nomi significativi dal punto di vista affettiva. È ad esempio il caso del Gavi del Comune di Gavi DOCG “Nonno Mario”, che è un vero e proprio omaggio al capofamiglia e riflesso del profondo legame dell’azienda con i valori di famiglia.

Leggi l’intervista completa sul blog di Borgo DiVino.

Informazioni utili

Indirizzo: Cascina Maruffa Loc. Zerbetta 59, 15066 Gavi (AL)
Telefono: 349 719 1748
Email: enosimone@libero.it
Facebook: www.facebook.com/barisonesimoneaziendagricola
Instagram: www.instagram.com/az_agricola_barisone_simone/

Marianna Di Pilla
Marianna Di Pilla


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur