Gnocchi di patate e susine alla goriziana (Gnochi de susini)

Condividi con:

Ingredienti

per 4-6 persone:

1 kg di patate
250 g di farina bianca
80 g di burro
2 uova
mezzo bicchiere di latte
300 g di susine essicate
100 g di zucchero
40 d di pane finemente grattugiato
1 pizzico di cannella in polvere
sale

Preparazione

Ponete ad ammorbidire le susine in una terrina con dell’acqua tiepida, poi snocciolatele e mettete al posto del nocciolo mezzo cucchiaino di zucchero.

Fate lessare le patate mettendole a freddo in acqua leggermente salata. Appena tenere, scolatele, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate.

Distendete il passato sulla spianatoia, cospargetelo di sale e lasciate intiepidire. Aggiungete quindi la farina, le uova, 30 g di burro e il latte. Amalgamate bene gli ingredienti ricavandone un impasto di buona consistenza. Formate con esso degli gnocchi di grosso formato e ponete al centro di ogni gnocco una susina farcita con lo zucchero.

Ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e quando giunge a ebollizione versatevi gli gnocchi, pochi alla volta. Lasciateli cuocere il tempo necessario perchè tornino a galla. Raccoglieteli con il mestolo forato, scolateli e adagiateli in una zuppiera.

Fate sciogliere il burro rimasto in un tegamino e mettetevi a rosolare il pane grattugiato, con l’aggiunta di un pizzico di cannella in polvere e, se volete, anche un po’ di zucchero. Quando il condimento sarà pronto, versatelo nella zuppiera, mescolatelo con gli gnocchi e infine servite subito in tavola.

Note

E’ un piatto di derivazione boema introdotto dalla borghesia austro-ungarica. Le susine erano una delle coltivazioni più diffuse, specialmente nei balcani e nell’attuale Slovenia, come testimonia la diffusione della Slivovec (acquavite di susina). Si capisce quindi la diffusione di piatti al gusto di susine, preparati per lo più nel periodo estivo, quando le susine sono bene mature (mentre oggi si preparano tutto l’anno usando susine o prugne essiccate).
Il gusto dolciastro porta qualcuno a servire questo piatto come dolce, ma è tradizionalmente un primo piatto.
Esiste anche la variante con le albicocche, ma molto meno diffusa.

Video di Gusto