Gran pistau

PaesidelGusto  | 10 Gen 2019  | Tempo di lettura: < 1 minuto

zona di produzione: Pigna, Valle argentina ed entroterra imperiese

curiosità: C’era un tempo in cui alla preparazione del cibo si dedicava molto tempo e si cucinavano spesso piatti unici da gustare a pranzo oppure, riscaldati, alla sera. Erano solitamente minestre o zuppe in cui la qualità degli ingredienti e l’amore nella preparazione facevano la differenza.

caratteristiche: Minestra tipica del caratteristico borgo di Pigna, il gran pistau è un esempio di cucina antica, anzi antichissima, quando ancora si mangiava il grano che cresceva spontaneamente e si usava il grasso animale al posto dell’olio.

preparazione: Ingredienti: 1 Kg di frumento in grani, 1/2 Kg di cotiche di maiale, oppure 2 hg di lardo, alloro, aglio, porri, olio, formaggio grattugiato, acqua, sale.
Preparazione: inumidire il grano con acqua tiepida e pestarlo in un mortaio, quello originale era di rovere e il pestello era costituito da un maglio di legno ricurvo. Lavarlo e farlo bollire in acqua salata insieme all’alloro, alle cotiche o al lardo tagliato a pezzetti, per circa 3 ore a fuoco lento. C’è chi usa mettere dei fagioli nella pentola, quando questi saranno cotti anche il grano sarà pronto. Terminata la cottura, aspettare che si raffreddino.

Fonte: La vetrina di Agriligurianet.it – Regione Liguria 2005

PaesidelGusto
PaesidelGusto


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur