I segreti del dolce aristocratico di Venezia che porta la festa in tavola | Paesi del Gusto

I segreti del dolce aristocratico di Venezia che porta la festa in tavola

Aurora De Luca  | 11 Dic 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti
brioche veneziana

Immaginate di passeggiare lungo i pittoreschi canali di Venezia, dove ogni angolo racconta una storia secolare. In questa città sospesa tra acqua e cielo, dove l’arte e la storia si fondono in un mosaico di colori e suoni, nasce un capolavoro della pasticceria: la Veneziana. Questo dolce non è solo una prelibatezza; è un viaggio nel tempo, un ricordo dolce di tradizioni antiche che si intrecciano con la maestria dei pasticcieri veneziani. Ogni morso della Veneziana è come un sussurro dell’anima di Venezia, che racconta storie di feste sfarzose e momenti di convivialità trascorsi sotto l’ombra dei suoi storici palazzi. La Veneziana, con la sua sofficità e il suo sapore ricco e raffinato, invita ogni goloso a scoprire i segreti e le meraviglie di Venezia, una città dove ogni boccone è una celebrazione dell’arte culinaria.

Un dolce con radici aristocratiche

brioche veneziana

Le origini della Veneziana sono strettamente legate a quelle del panettone, risalenti al XV secolo. Inizialmente, il dolce era parte integrante delle celebrazioni nuziali e natalizie. Con il tempo, ha assunto un ruolo quotidiano nella colazione dei veneziani. La Veneziana è anche legata alla ‘fugassa’, un dolce pasquale del XIV secolo, che simboleggiava la primavera e la rinascita. Nel XV secolo, diventò il dolce dei matrimoni, spesso guarnito con granelli di zucchero, simbolo di felicità​​​​.

Preparazione delle Veneziane

La Veneziana è un dolce morbido e burroso, con ingredienti base come farina, zucchero, tuorli, burro, lievito, sale, miele e vaniglia. Si distingue per la sua glassa all’amaretto e granelli di zucchero. La preparazione richiede pazienza e maestria, con una lunga lievitazione per ottenere una pasta soffice e leggera, cotta in stampi circolari che risultano in una crosta croccante e sottile​​​​​​.

Proprietà Nutritive ed Organolettiche

Dal punto di vista nutrizionale, la Veneziana è ricca di carboidrati e grassi, derivanti principalmente dalla farina e dal burro. Organoletticamente, offre un sapore dolce e delicato, con una consistenza morbida, arricchita dalla croccantezza della glassa e dei granelli di zucchero. La glassa all’amaretto aggiunge un tocco distintivo al gusto​​​​.

Come Servirla ed Abbinarla

brioche veneziana

Tradizionalmente consumata a colazione, la Veneziana si abbina perfettamente con un cappuccino o un caffè. È anche un eccellente dessert, che può essere servito con vino dolce o spumante. Per variazioni creative, si può aggiungere al suo interno arancia candita o crema pasticcera. Le versioni moderne includono anche canditi, uvetta, mandorle, spezie e a volte un tocco di grappa, rendendola versatile e adatta a diversi gusti​​​​.

Conclusione

La Veneziana non è solo un dolce, ma un pezzo di storia veneziana, che rispecchia la tradizione e l’evoluzione culturale della regione. La sua semplice eleganza e la ricca storia la rendono un must per chi visita Venezia e desidera immergersi nella sua atmosfera culinaria unica.

Scopri su Paesi del Guasto altri imperdibili Prodotti Tipici d’eccellenza!

Aurora De Luca
Aurora De Luca


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur