I vini del Lazio verso gli Emirati Arabi: 8 cantine pronte a incantare il mercato internazionale | Paesi del Gusto

I vini del Lazio verso gli Emirati Arabi: 8 cantine pronte a incantare il mercato internazionale

Claudia Rapparelli  | 02 Dic 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti
I vini del Lazio verso gli Emirati Arabi: 8 cantine pronte a incantare il mercato internazionale

Le cantine del Lazio stanno per intraprendere un viaggio emozionante verso gli Emirati Arabi, portando con sé l’eccellenza e la tradizione vinicola della regione. In totale, saranno ben otto le cantine che rappresenteranno il Lazio in questa nuova avventura, dimostrando la crescente attrattiva e la qualità dei vini italiani a livello internazionale. Questa esportazione non è solo un’opportunità commerciale significativa per le cantine coinvolte, ma rappresenta anche un momento di orgoglio per l’intera regione del Lazio, che vede riconosciuta e apprezzata la sua tradizione enologica. I vini del Lazio, conosciuti per la loro varietà e il loro carattere unico, sono pronti a sedurre i palati degli Emirati Arabi, portando un pezzo di cultura e gusto italiani in un mercato emergente e dinamico. Questo evento segna un passo importante nella promozione del vino laziale oltre i confini nazionali, evidenziando la capacità delle aziende locali di competere e distinguersi nel panorama vinicolo mondiale. Con questa iniziativa, le cantine del Lazio dimostrano di essere ambasciatrici non solo dei loro prodotti, ma anche del patrimonio culturale e gastronomico italiano.

Il progetto “Destination Wine to EAU” apre nuove frontiere

La Regione Lazio ha intrapreso un’iniziativa ambiziosa per promuovere i suoi vini nel panorama internazionale con il progetto “Destination Wine to EAU”. Organizzato dall’Agenzia Lazio Innova in collaborazione con la Camera di Commercio locale e altri partner. Questa iniziativa rappresenta un’opportunità straordinaria per le aziende vinicole del Lazio, offrendo loro una vetrina prestigiosa in un mercato in espansione e diversificato. L’obiettivo di “Destination Wine to EAU” è quello di esplorare nuovi orizzonti commerciali, entrando in contatto con i mercati globali e promuovendo il meglio della produzione vinicola laziale. Il progetto è un esempio eccellente di come la collaborazione tra enti pubblici e privati possa aprire nuove strade per l’export, contribuendo alla crescita economica e alla visibilità internazionale dei prodotti regionali. L’impegno del Lazio nel promuovere i suoi vini oltre i confini nazionali non solo rafforza il posizionamento del settore vinicolo regionale, ma esalta anche il patrimonio culturale e enogastronomico italiano nel mondo.

vigne frascati

Gli ambasciatori del vino laziale

Le cantine sono state selezionate per rappresentare la varietà e la qualità dei vini laziali in uno dei mercati più promettenti a livello internazionale. Tra i partecipanti si annoverano la Marafisa di Roma, rinomata per la sua produzione di vini distinti, e la Cincinnato di Cori, che unisce tradizione e innovazione. Non mancano la Casale Vallechiesa di Frascati, famosa per i suoi vini eleganti, e Consoli vini di Olevano Romano, con le sue creazioni raffinate. L’Avventura di Piglio, Emiliano Fini di Aprilia, Casale del Giglio de Le Ferriere e la Famiglia Cotarella di Montefiascone completano la lista, ciascuna con la sua unicità e la sua storia. Queste cantine rappresentano un microcosmo della varietà vitivinicola del Lazio, offrendo ai mercati internazionali un assaggio del patrimonio enologico della regione. Il loro viaggio negli Emirati Arabi è non solo un’occasione di business, ma anche un’opportunità per mettere in luce la cultura del vino italiana, facendo conoscere al mondo i sapori unici che il Lazio ha da offrire. Con questo progetto, le cantine laziali si pongono come veri e propri ambasciatori del gusto, pronti a conquistare nuovi palati e ad arricchire il panorama vinicolo globale.

Claudia Rapparelli
Claudia Rapparelli


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur