Pecorino di Maglie

Descrizione del prodottoIl pecorino prodotto è di forma rotonda con un diametro di 12/14 cm.ed altezza di cm.10/12 per il prodotto fresco e cm.5/6 per il prodotto stagionato per un anno. La pasta del pecorino fresco (60/80gg.di stagionatura) ha colore giallo paglierino, consistenza morbida, sapore dolce ed occhiatura irregolare. Il pecorino stagionato(10/12mesi) ha crosta nocciola, odore pronunciato e sapore deciso e piccante con occhiatura molto irregolare.

Territorio di produzione: La zona del basso Salento compresa fra le “serre salentine”ed il triangolo Maglie, Otranto, Poggiardo.

Cenni storici e curiositàCostanza del metodo di produzione maggiore del periodo previsto dalla normativa.Monografia “Circa lo stato di fatto dell’agricoltura e della classe agricola della provincia di Terra d’Otranto” 1880.

Pomodoro da serbo giallo

Descrizione del prodottoLe bacche medio-piccole, sono tonde di colore giallo-oro talvolta tendenti al vermiglio e maturano scalarmente a grappoli. Una pianta può comunemente produrre anche più di cinque chilogrammi di bacche. Queste vengono raccolte, a completa maturazione recidendo i grappoli con le forbici e conservate appese in reste appese in magazzini ben arieggiati oppure tenute sotto ariosi porticati, si conservano in modo eccellente sino all’estate successiva. Le bacche hanno basso tenore zuccherino, la buccia è piuttosto tenace, spessa e coriacea e sono ricche di semi. Sono molto sapide, hanno gusto caratteristico lievemente acido, marcatamente erbaceo e possiedono un altrettanto particolarissimo penetrante odore di terra bagnata.

Territorio di produzione: Tutto il territorio della provincia di Lecce, con una certa prevalenza sul versante occidentale della stessa.

Cenni storici e curiositàQuesto pomodoro, d’antica origine e con ogni probabilità coltivato nel Salento, senza interruzione sin dalla sua introduzione dal Nuovo Mondo, a scopo ornamentale. Con la sua bella e insolita colorazione, ha attirato l’attenzione di pittori e illustratori prima, e di fotografi poi. Le sue reste frequentemente immortalate, inserite spesso in scorci pittoreschi sono da tempo divenute uno degli elementi iconografici che più rappresentano questa subregione.

Spiedini del campo

Materia prima: melanzane, carote, peperoni, zucchine, sedano.

Tecnologia di lavorazione: gli ortaggi tagliati a cubetti vengono spiedati e messi a cuocere sulla brace. Una volta cotti si mettono nei vasi, si ricoprono d’olio e si chiude il barattolo sterilizzando a bagnomaria.

Maturazione: 15-20 giorni.

Area di produzione: Salento (Maglie).

Calendario di produzione: estate.

Note: sono prodotti emergenti che riscuotono il favore del pubblico, il quale riscopre vecchi sapori in una nuova versione.