La chiamano la Perla degli Iblei: è lei la piccola perla siciliana che produce una cipolla da record

Maddalena  | 17 Mag 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
cipolla di Giarratana

A circa 20 km da Ragusa, nel cuore della Sicilia Orientale, si trova il piccolo paese di Giarratana, tra colline ricoperte di rigogliosi boschi di querce. Nota come la “perla degli Iblei”, questo comune che conta appena tremila anime è un autentico scrigno di storia, tradizioni e prodotti gastronomici unici al mondo. Ma Giarratana merita assolutamente una menzione speciale per la sua produzione di cipolle. La “cipolla di Giarratana” infatti, possiede delle caratteristiche particolari che ne fanno l’ambasciatrice del gusto locale.

Un viaggio attraverso la storia e la natura


barocco siciliano

Giarratana affonda le sue origini in un passato davvero remoto, quando i suoi numerosi corsi d’acqua favorirono già in epoca preistorica i primi insediamenti umani. Da qui, il legame indissolubile con la natura è palpabile esplorando l’antico borgo di Terravecchia o le rovine dell’antica Kasmenai, testimoni silenti di una storia millenaria, che ha visto Giarratana cadere dopo il devastante terremoto del 1693 e poi risorgere fino alla Giarratana che conosciamo oggi. E proprio queste storie di rinascita e resilienza fanno si che la ricchezza storica di Giarratana si rifletta soprattutto nelle sue architetture: dalle chiese barocche e neoclassiche agli edifici rurali che ci parlano di un’attività agricola come centro ancora oggi della comunità.

La cipolla di Giarratana: un gigante dolce e prelibato

cipolla di Giarratana
cipolla di Giarratana

Al centro della vita agricola di Giarratana troviamo la sua ormai celebre cipolla, tanto gigantesca nel peso quanto dolce e delicata nel sapore. La cipolla di Giarratana può arrivare a pesare fino a 3 kg ed è coltivata seguendo metodi tradizionali, rendendolo un prodotto di assoluta eccellenza riconosciuto come presidio Slow Food. In agosto, Giarratana si veste a festa per la sua sagra della cipolla, celebrando questa eccellenza locale con degustazioni, ricette tradizionali e innovazioni gastronomiche che vedono la cipolla come protagonista. Lungi dall’essere un prodotto “povero”, la cipolla di Giarratana si può gustare grigliata, ripiena o in una delle tante conserve e confetture squisite che sono un vero e proprio viaggio nei sapori della tradizione.

Un patrimonio di biodiversità e cultura


Ragusa, Sicilia

Visitare Giarratana è come immergersi in un vero e proprio museo a cielo aperto: la chiesa di San Antonio Abate, con le sue ceramiche originali che risalgono al XVIII secolo e la Chiesa Madre neoclassica, sono solo alcune delle perle culturali e artistiche del paese. Ma anche conoscere le antiche pratiche agricole e gli utensili autentici utilizzati ancora oggi, offre un arricchimento di cui tutti dovremmo essere grati. Senza contare che Giarratana gode di una posizione unica nella valle del fiume Irmino, che permette il prosperare della biodiversità. Le pendici del Monte Lauro promettono paesaggi da mozzare il fiato e Giarratana è il punto di partenza ideale per escursioni naturalistiche e fotografiche.

Per questi e mille altri motivi, Giarratana rappresenta una tappa imperdibile per chiunque voglia immergersi nella scoperta della Sicilia più autentica, con un patrimonio storico, culturale e gastronomico che non ha nulla da invidiare alle altre regioni. Giarratana rappresenta tutto questo e con la ricchezza della sua storia e il gusto unico delle sue cipolle, questo piccolo comune è un esempio brillante di come passato e presente possano convivere in perfetta armonia. Non ci resta dunque che preparare le valigie ed esplorare non solo Giarratana, ma tutto il territorio degli Iblei nella magnifica terra di Sicilia.

Maddalena
Maddalena


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur