Lo bevono tutti da Messi a Papa Francesco: sai come si fa?

Francesco Garbo  | 12 Giu 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

Il mate o matè è una bevanda ricavata dall’infusione delle foglie di erba mate in acqua calda, insomma la preparazione è simile al tè. La pianta del mate è originaria dal Sudamerica, viene raccolta, essiccata e sminuzzata. Il sapore del mate è abbastanza forte e a piacere si può addolcire con miele o zucchero se non lo gradite al naturale. In alternativa esistono, come per il the, moltissime versioni aromatizzate di questa bevanda.

Storia del Mate

La storia del mate si fa risalire agli indios guaranì e fu appresa dai colonizzatori spagnoli che avevano l’abitudine di bere il tè. I popoli guarani e tupi-gurani furono i primi a scoprire le proprietà energetiche delle foglie di mate. Oggi i principali consumatori del mate sono l‘Uruguay e l’Argentina dove bere il mate è un vero e proprio rito quotidiano sia a casa sia in ufficio dove è abbastanza comune trovare professionisti al lavoro davanti al pc accompagnati da una tazza di mate. Insomma in questi paesi l’importanza del mate può essere accomunata alla propensione degli italiani per il caffè e degli inglesi per il tè. Diverse le versioni del mate come il mate cocido che viene miscelato con vino rosso e burro.

Benefici per la salute

Non sono pochi i benefici che il mate apporta alla nostra salute. Contiene infatti antiossidanti, vitamine come vitamina A,C, b1, b2, poassio, manganese e minerali. Tra i benefici principali ci sono quelli legati alla riduzione della stanchezza e all‘aumento di energia mentale e fisica, effetti paragonabili a quelli che anche il caffè ha. Il contenuto di caffeina in un mate è equiparabile a quello di una tazzina di caffè. Da non sottovalutare poi le proprietà diuretiche, lipolitiche e antiossidanti.

Come si prepara

La preparazione del mate è simile a quella del tè se si decide di acquistare quello in bustine pronte ad essere immerse in acqua bollente mentre nella sua versione tradizionale la preparazione è un vero e proprio rito. Ci vuole anzitutto la tazza per il mate e la bombilla, una specie di cannuccia che nella finale ha una specie di filtro che consente di bere il mate senza però aspirare anche le foglie e i residui di esse. Quindi una volta sistemata la giusta quantità di mate nella tazza ci si versa sopra acqua bollente ma non troppo, 80 gradi all’incirca. Il mate è pronto dopo 5-10 minuti di infusione.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur