La ricetta dei cavallucci di Siena, il dolce per l’epifania

Condividi con:
Print

La ricetta dei cavallucci di Siena, il dolce per l’epifania

Una storia antica lunga secoli, parliamo infatti del 1500, quando la versione che più si avvicinava ai Cavallucci di Siena erano i Berriquoli, distribuiti in occasione della festività del Concistoro di Siena. I Cavallucci in particolare erano il dolce dei così detti viaggiatori delle poste. Al cambio del cavallo, gli uomini gustavano i Cavallucci offrendoli anche ai viaggiatori. Biscotti della tradizione che ricordano antiche abitudini e ritmi lontani.

  • Cook Time: 20 min
  • Total Time: 20 min

Ingredients

Scale

Ingredienti

Per preparare i vostri Cavallucci di Siena occorrono:

  • 300 g Farina 00
  • 100 g Gherigli di noce
  • 70 g Arancia candita
  • 8 Semi di anice
  • 250 g Zucchero
  • Cannella in polvere
  • 50 g Miele
  • Bicarbonato

Instructions

  • Preparate una ciotola dove andrete a inserire la farina, le noci, l’arancia candita, l’anice, la cannella ed infine il bicarbonato.
  • Nel frattempo sciogliete il miele, lo zucchero, e l’acqua insieme per ottenere un liquido dalla consistenza simile ad uno sciroppo dolce.
  • Appena ottenuta la fluidità necessaria, versatelo nella terrina dove avete precedentemente alloggiato la farina con i diversi ingredienti.
  • Amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
  • Ora la parte più divertente: prendete parti di composto, una per volta, e formate 12 palline.
  • Ricordate che se l’impasto dovesse appicicarsi alle mani, il vecchio trucco della farina sulle mani per evitare che succeda, vale sempre.
  • Ottenute le vostre palline, potrete passare alla fase successiva: disponetele una ad una nella placca da forno che avrete prima ricoperto con della carta da forno e infornate per 150 gradi.
  • Lasciate cuocere per venti minuti circa.

 

Notes

Prima di servire i Cavallucci di Siena appena sfornati, lasciateli raffreddare, così che i sapori dei singoli ingredienti avranno modo di legarsi ulteriormente, dando vita a aromi e sapori intensi e particolari. La forma irregolare sarà data dalla manualità che contraddistingue questa ricetta, mantenuta nei secoli, e tramandata per sempre. Buon appetito!

Hai fatto questa ricetta?

Condividi una foto e taggaci (@paesidelgusto) non vediamo l'ora di vedere cosa hai realizzato!