Arriva dal Trentino, ed è la variante locale della bresaola: ecco come prepararla facilmente anche a casa

Stefano Maria Meconi  | 14 Feb 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti

La carne salada è un salume tipico del Trentino, simile alla bresaola e che si può preparare anche in casa, anche se richiede alcuni giorni di tempo. Scopriamo insieme questa bontà del territorio tra storia e ricetta.

Dalle Dolomiti alla tua tavola: la storia di un prodotto d’autore

Il Trentino, con la sua straordinaria posizione geografica tra le Alpi, è una regione che offre paesaggi mozzafiato e una ricca varietà di esperienze culinarie. Questa terra, incastonata tra le cime imponenti delle Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, e i rigogliosi vigneti che adornano le valli, è il crocevia di culture italiane, austriache e ladine, un fattore che si riflette profondamente nella sua gastronomia, ricca di varietà. Questo territorio si distingue non solo per la sua carne salada ma anche per altri prodotti di eccellenza, come i vini, le mele, e i formaggi, che raccontano la storia di un territorio in cui la natura e l’uomo lavorano in armonia da secoli. La cucina trentina è un’espressione di questa diversità, un connubio tra la cucina alpina, con i suoi piatti robusti e sostanziosi, e l’eleganza mediterranea, con un uso sapiente di erbe aromatiche e olio d’oliva.

Sapori d’autore

La Valle dei Laghi, una delle terre più belle del Trentino, è rinomata per i suoi vini, tra cui spicca il Nosiola, un vitigno autoctono che dà vita a vini bianchi delicati e profumati, perfetti per accompagnare piatti di pesce di lago o formaggi freschi di malga. Le Dolomiti, con la loro bellezza selvaggia e incontaminata, offrono non solo scenari da cartolina ma anche prodotti unici come il miele di montagna, raccolto in apiari situati ad altezze dove l’aria è pura e la biodiversità è ricca. Questo miele, con le sue note floreali e la sua consistenza cremosa, è un ingrediente prezioso sia nelle preparazioni dolci che in quelle salate.

Ricetta carne salada

Ingredienti

  • 5 kg di coscia di vitellone tagliata in pezzi da 1 o 2 kg
  • 200 grammi di sale grosso
  • 20 grammi di pepe nero
  • 20 grammi di aglio
  • bacche di ginepro
  • rosmarino
  • alloro

Procedimento

La carne salada trentina necessita di circa 20 giorni di riposo prima di poter essere gustata. Il piatto, sia crudo che cotto, si prepara in una decina di minuti.

  • Preparate il mix di spezie che verranno usate per salare la carne. Prendete il sale, il pepe, l’aglio, alcune bacche di ginepro, il rosmarino e l’alloro.
  • Pulite la carne, levando il grasso e i nervetti che potrebbero rendere il taglio meno morbido.
  • Tagliate la carne in pezzi di uno o due chili l’uno, poi adagiateli in un coccio in terracotta capiente.
  • Massaggiate la carne con il mix di spezie e lasciate riposare in un luogo fresco per almeno venti giorni, girandola e massaggiandola ogni tre giorni: questo procedimento farà sì che il mix di sale e spezie penetri al meglio all’interno della coscia di vitellone.

Come gustarla

Servire la carne salada è un’arte che vede diverse interpretazioni, dalle più tradizionali alle più innovative. Un modo classico di gustarla è sottile come carpaccio, condita con olio di oliva extra vergine, scaglie di Parmigiano Reggiano, rucola fresca e un tocco di aceto balsamico. Questa preparazione semplice ma raffinata mette in risalto la qualità e il sapore intenso della carne, creando un equilibrio perfetto tra i diversi ingredienti. La carne salada si presta anche a essere protagonista di ricette più elaborate, come base per insalate ricche, involtini farciti o persino come ingrediente principale in piatti di pasta o risotti. La sua versatilità la rende un ingrediente prezioso in cucina, capace di trasformare un piatto semplice in un’esperienza gastronomica memorabile.

Stefano Maria Meconi
Stefano Maria Meconi


Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur