L’arte dell’accoglienza nei masi frutticoli dell’Alto Adige

Alto Adige mele
Alto Adige, terra di mele

La posizione geografica dell’Alto Adige, con il suo clima tipicamente mediterraneo, è decisamente favorevole alla melicoltura, che beneficia delle primavere piovose e dei periodi estivi e autunnali assolati di questa regione. Al momento del raccolto poi, le notti sono fresche e le giornate temperate: il microclima perfetto per mele di qualità.

Il periodo della raccolta varia di anno in anno e si stabilisce in base alle temperature, mentre la zona in cui si comincia è sempre quella intorno a Bolzano e alle valli circostanti. Per il 2018 la raccolta è iniziata verso la fine di agosto: dopo mesi di duro lavoro, finalmente i contadini dei masi ricevono dalla terra la loro ricompensa.

Le mele, generalmente, vengono vendute alle cooperative della zona, dove vengono smistate in tutto il mondo; è sempre più in crescita però il numero di aziende agricole che cerca di utilizzare canali di vendita diretti come una propria bottega, mercati cittadini o negozi di alimentari, anche per i prodotti derivati dalla mela, come succhi, aceto, mele essiccate e sciroppi.

Gallo Rosso, ad esempio, incentiva molto i masi associati nella vendita diretta dei propri prodotti attraverso il pilastro dei “prodotti di qualità” e la creazione di una propria bottega all’interno del maso. Oltre a ciò, Gallo Rosso stimola i contadini a rendere il proprio maso adeguato al servizio di ospitalità, creando agriturismi di alto livello con appartamenti eleganti e confortevoli in una dimensione agreste.

In questo modo i contadini possono incrementare l’esiguo reddito che proviene dalla vendita delle mele e di altri prodotti agricoli, attraverso il guadagno proveniente dall’ospitalità. L’intento che Gallo Rosso persegue è che l’antica tradizione dei masi altoatesini e della cultura contadina vengano preservati, consentendo ai contadini di condurre una vita dignitosa senza abbandonare l’azienda agricola.

Più di 500 degli oltre 1600 masi Gallo Rosso sono agriturismi frutticoli e regalano agli ospiti la favolosa esperienza di immergersi nella vita di un contadino frutticoltore, ammirando lo spettacolo della fioritura primaverile dei meli che trasforma le valli in un mare bianco-rosa, provando l’emozione di mangiare una mela appena raccolta dall’albero e di sentirne l’inebriante profumo (alcuni masi Gallo Rosso offrono anche la possibilità di fare una degustazione di mele, come il Leitnhof di Appiano sulla strada del vino).

Diversi masi propongono agli ospiti di fare visite guidate nei frutteti e nei meleti, come il Farmer Hof o il Beim Dorner, entrambi a Scena. I masi che coltivano mele, inoltre, possono offrire agli ospiti, su richiesta, colazioni ricche con tanti prodotti a base di mela, come deliziose torte fatte in casa, frittelle e il noto strudel altoatesino (link alle ricette contadine delle frittelle e dello strudel).

Per cercare un maso frutticolo Gallo Rosso in cui soggiornare apprezzando la bontà delle mele e la bellezza dei meleti in fiore è possibile selezionare l’opzione “Azienda frutticola” alla domanda “Quale tipo di maso preferite” sulle griglia di ricerca nel sito www.gallorosso.it, oppure richiedere il catalogo “Agriturismo – le vacanze diverse” al numero 0471/999308, all’indirizzo info@gallorosso.it, o attraverso il “Servizio di invio catalogo” sul sito www.gallorosso.it.

Stefano Meconi

Seguici su Facebook