Luci spente e sensi accesi: l'esperienza unica di Dining in the Dark a Roma | Paesi del Gusto

Luci spente e sensi accesi: l’esperienza unica di Dining in the Dark a Roma

Claudia Rapparelli  | 27 Nov 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti
Luci spente e sensi accesi l'esperienza unica di Dining in the Dark a Roma

Nel cuore pulsante di Roma, la città eterna che ha sempre saputo stupire con la sua ricca offerta culturale e culinaria, sorge una nuova esperienza gastronomica che promette di rivoluzionare il modo in cui viviamo il ristorante: il “Dining in the Dark“. Questa innovativa pratica, che coinvolge l’assaggio di piatti in totale oscurità, è destinata a diventare una delle esperienze più intriganti e sensoriali per gli amanti del cibo e dell’avventura culinaria. L’esperienza del Dining in the Dark rappresenta un’avventura culinaria unica, che invita i partecipanti a sondare le profondità nascoste delle loro papille gustative. In questo contesto, il buio diventa un alleato nella scoperta di sapori e texture, permettendo di sperimentare il cibo in una maniera completamente nuova e sorprendente.

Dining in the Dark: l’esperienza

Immaginate di entrare in un ristorante, dove l’unico senso che potete utilizzare per godere della vostra cena è il gusto. Una cena al buio offre proprio questa esperienza unica, dove i commensali vengono bendati all’arrivo, dando inizio a un viaggio sensoriale inesplorato. Al vostro arrivo, il personale del ristorante vi accoglierà bendandovi delicatamente, guidandovi poi al vostro tavolo. Questo primo passo è cruciale: si inizia subito a percepire l’ambiente circostante in modo completamente diverso. I suoni, gli odori e la temperatura della stanza diventano più intensi, e anche il minimo movimento si carica di nuova consapevolezza. Qui inizia la vera sfida: muoversi in tavola senza l’uso della vista. Trovare e usare posate e bicchieri diventa un’esperienza che richiede concentrazione e pazienza. Questa parte dell’esperienza mette in luce quanto ci affidiamo alla vista nelle attività quotidiane e come possiamo sviluppare e affidarci agli altri sensi quando questa viene meno.

dining in the dark
Photo credits: Pagina Facebook @dininginthedarkexperience

Il menù

In questa straordinaria esperienza, la personalizzazione inizia già al momento della prenotazione. Gli ospiti hanno l’opportunità di esprimere le proprie preferenze alimentari e scegliere tra tre eccitanti menù curati dallo chef. Il Menù Verde offre una varietà di piatti vegetariani, perfetti per chi desidera un’esperienza gustativa ricca di verdure e sapori della terra. Per gli amanti dei sapori marini, il Menù Blu è un viaggio attraverso raffinati piatti a base di frutti di mare, che promette di catturare l’essenza dell’oceano. Infine, il Menù Rosso è dedicato agli appassionati di carne, con portate che esaltano la qualità e la ricchezza dei sapori della carne. Ogni menù è un equilibrato percorso gastronomico composto da un antipasto, un piatto principale e un dessert, tutti accuratamente pensati per offrire un’esperienza culinaria memorabile, arricchita dall’esaltazione dei sensi data dall’ambiente privo di luce.

Cosa sapere

L’evento può essere facilmente prenotato attraverso il sito ufficiale di Dining in the Dark. Questo permette agli ospiti di selezionare la data desiderata e di specificare le proprie preferenze alimentari in anticipo, assicurando così un’esperienza personalizzata e senza intoppi. La cena si svolge in un luogo davvero suggestivo: il Ristorante Centro, situato nella storica Via Cavour a Roma. Questa location non solo offre un ambiente elegante e accogliente, ma si trova anche nel cuore della città eterna, rendendola facilmente accessibile. Circondati dall’atmosfera storica di Roma, gli ospiti si lasceranno guidare in un viaggio sensoriale che va oltre il semplice atto del mangiare, diventando un’esperienza culturale e sensoriale a tutto tondo.

 

Claudia Rapparelli
Claudia Rapparelli


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur