Mandorlato di Cologna Veneta

Condividi con:

Territorio interessato alla produzione: Il Comune di Cologna Veneta, in provincia di Verona.

La storia: Il Mandorlato era già presente nell’area colognese fin dal Settecento ma, solo alla fine dell’Ottocento ha assunto un prestigio ed una rinomanza particolari al di fuori dell’area veneta. La ricetta, custodita gelosamente dalla ditta produttrice, sembra sia stata elaborata dallo speziale della farmacia comunale dell’epoca. Agli inizi degli anni 60 sorsero le prime attività artigianali, limitate inizialmente alla produzione di mandorlato nel periodo natalizio; dagli anni 90 tale produzione riveste una certa continuità durante tutto l’anno.

Descrizione del prodotto: Il torrone si presenta di colore bianco e di consistenza molto duro. Gli ingredienti sono: zucchero, miele, sciroppo di glucosio, ostie, mandorle o nocciole o arachidi, gelatina alimentare, aromi.

Processo di produzione: Si portano a temperatura le caldaie e si mesce assieme zucchero, miele e sciroppo di glucosio. E si tostano a parte le mandorle (o nocciole o arachidi). Si amalgamano le materie prime e si scioglie la gelatina in acqua tiepida quindi, la si aggiunge al prodotto in cottura. Per la cottura del torrone si usano caldaie in rame. Per la modellatura del prodotto e raffreddamento possono venir utilizzati stampi in legno, rivestiti con ostie.

Reperibilità: In pasticcerie

Usi: Viene consumato nel periodo invernale.