Migliori vini siciliani per abbinamenti culinari | Paesi del Gusto

Migliori vini siciliani per abbinamenti culinari

Stefano Maria Meconi  | 05 Lug 2021  | Tempo di lettura: 3 minuti

La cucina mediterranea fa della Sicilia una delle sue roccaforti più rappresentative. Il sapore del mare, i profumi e i colori intensi dell’isola si ritrovano tutti nei piatti tipici locali. E quale migliore scelta se non accompagnare queste ricette con i migliori vini siciliani? Infatti, accompagnare il pasto con un vino di Sicilia significa godersi un piacere unico tutto mediterraneo, frutto di millenni di storia e tradizioni ancora vive. Ogni volta che degustiamo dell’ottimo vino siciliano entriamo in un mondo ricco di tradizioni, ritualità, storie e suggestioni. Non è un caso se i vini siciliani migliori stanno conquistando sempre più appassionati e neofiti.

Miglior vino siciliano e cucina siciliana

Ovviamente il vino siciliano per accompagnare i piatti tipici della cucina siciliana è la soluzione più celestiale. Ad esempio, la pasta alla norma si può tranquillamente abbinare un Cerasuolo di Vittoria DOCG. Uno dei piatti più famosi della cucina siciliana a base di melanzane, pomodoro e ricotta salata, si sposa infatti benissimo con un vino dal profumo intenso e dal sapore piacevolissimo. In alternativa al rosso, uno dei migliori vini bianchi siciliani per accompagnare la pasta alla norma è il Grillo di Sicilia, con la sua nota aromatica riequilibrata da una leggera quanto delicata freschezza. Un altro primo molto celebre della cucina siciliana è la pasta con le sarde. Tipico del versante occidentale dell’isola, potrebbe essere accompagnato con un bianco: Ansonica, un vino autoctono bianco dal profumo delicato e fruttato e dal gusto secco, armonico e parecchio morbido.

E per i tipici dolci siciliani? Se è vero che dulcis in fundo, bisogna concludere in bellezza: con sua maestà il cannolo siciliano. L’abbinamento ideale con questo dolce è uno Zibibbo, come il Passito di Pantelleria DOC. Si tratta di un vino dolce, gradevole e aromatico. E se ve lo state chiedendo, sì: stiamo pensando proprio alla cassata siciliana!

Consorzio di tutela vini

Tra i vini siciliani più pregiati non possono non essere citati il Cerasuolo di Vittoria, il solo rosso DOCG di questo territorio realizzato con vitigni di prestigio come il Frappato e il Nero d’Avola, e i Vini Pantelleria DOC. E ovviamente i vini a denominazione Doc Sicilia che nel 2020 ha registrato una produzione di 90 milioni di bottiglie. Il Consorzio di tutela vini DOC Sicilia si occupa di valorizzare e salvaguardare la produzione vitivinicola dell’isola, creando un legame stretto tra viticoltori, vinificatori e imbottigliatori che danno vita al prodotto eccellenza e proteggendo il marchio da contraffazioni. In virtù della sua rappresentatività del contesto economico, ambientale, sociale e culturale del territorio, il Consorzio ha ottenuto il riconoscimento erga omnes da parte del Ministero che gli ha così concesso il diritto di svolgere attività di promozione, valorizzazione, tutela e vigilanza su tutti i produttori dei vini DOC Sicilia.

Oggi il Consorzio di tutela vini DOC Sicilia è entrato a far parte di un progetto di più largo respiro, votato alla promozione e alla protezione dei prodotti enogastronomici migliori dell’isola. la “Rete delle eccellenze” di Sicilia desidera diffondere la conoscenza e la cultura che si nasconde dentro una bottiglia di vino siciliano. L’obiettivo è promuovere in tutto il mondo la consapevolezza dell’incontro tra civiltà, eventi, tecniche, ritualità e tradizioni popolari che si mescolano in un calice di Doc Sicilia.

Logo Regione Sicilia

Con il sostegno dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale della Pesca Mediterranea

Stefano Maria Meconi
Stefano Maria Meconi


Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur