Home » Sicilia » Migliori vini siciliani per abbinamenti culinari

Migliori vini siciliani per abbinamenti culinari

La cucina mediterranea fa della Sicilia una delle sue roccaforti più rappresentative. Il sapore del mare, i profumi e i colori intensi dell’isola si ritrovano tutti nei piatti tipici locali. E quale migliore scelta se non accompagnare queste ricette con i migliori vini siciliani? Infatti, accompagnare il pasto con un vino di Sicilia significa godersi un piacere unico tutto mediterraneo, frutto di millenni di storia e tradizioni ancora vive. Ogni volta che degustiamo dell’ottimo vino siciliano entriamo in un mondo ricco di tradizioni, ritualità, storie e suggestioni. Non è un caso se i vini siciliani migliori stanno conquistando sempre più appassionati e neofiti.

Miglior vino siciliano e cucina siciliana

Ovviamente il vino siciliano per accompagnare i piatti tipici della cucina siciliana è la soluzione più celestiale. Ad esempio, la pasta alla norma si può tranquillamente abbinare un Cerasuolo di Vittoria DOCG. Uno dei piatti più famosi della cucina siciliana a base di melanzane, pomodoro e ricotta salata, si sposa infatti benissimo con un vino dal profumo intenso e dal sapore piacevolissimo. In alternativa al rosso, uno dei migliori vini bianchi siciliani per accompagnare la pasta alla norma è il Grillo di Sicilia, con la sua nota aromatica riequilibrata da una leggera quanto delicata freschezza. Un altro primo molto celebre della cucina siciliana è la pasta con le sarde. Tipico del versante occidentale dell’isola, potrebbe essere accompagnato con un bianco: Ansonica, un vino autoctono bianco dal profumo delicato e fruttato e dal gusto secco, armonico e parecchio morbido.

E per i tipici dolci siciliani? Se è vero che dulcis in fundo, bisogna concludere in bellezza: con sua maestà il cannolo siciliano. L’abbinamento ideale con questo dolce è uno Zibibbo, come il Passito di Pantelleria DOC. Si tratta di un vino dolce, gradevole e aromatico. E se ve lo state chiedendo, sì: stiamo pensando proprio alla cassata siciliana!

Consorzio di tutela vini

Tra i vini siciliani più pregiati non possono non essere citati il Cerasuolo di Vittoria, il solo rosso DOCG di questo territorio realizzato con vitigni di prestigio come il Frappato e il Nero d’Avola, e i Vini Pantelleria DOC. E ovviamente i vini a denominazione Doc Sicilia che nel 2020 ha registrato una produzione di 90 milioni di bottiglie. Il Consorzio di tutela vini DOC Sicilia si occupa di valorizzare e salvaguardare la produzione vitivinicola dell’isola, creando un legame stretto tra viticoltori, vinificatori e imbottigliatori che danno vita al prodotto eccellenza e proteggendo il marchio da contraffazioni. In virtù della sua rappresentatività del contesto economico, ambientale, sociale e culturale del territorio, il Consorzio ha ottenuto il riconoscimento erga omnes da parte del Ministero che gli ha così concesso il diritto di svolgere attività di promozione, valorizzazione, tutela e vigilanza su tutti i produttori dei vini DOC Sicilia.

Oggi il Consorzio di tutela vini DOC Sicilia è entrato a far parte di un progetto di più largo respiro, votato alla promozione e alla protezione dei prodotti enogastronomici migliori dell’isola. la “Rete delle eccellenze” di Sicilia desidera diffondere la conoscenza e la cultura che si nasconde dentro una bottiglia di vino siciliano. L’obiettivo è promuovere in tutto il mondo la consapevolezza dell’incontro tra civiltà, eventi, tecniche, ritualità e tradizioni popolari che si mescolano in un calice di Doc Sicilia.

Logo Regione Sicilia

Con il sostegno dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale della Pesca Mediterranea