Nell’insalata o crudo, questo formaggio è il più famoso di tutta la Grecia

Francesco Garbo  | 30 Ago 2023  | Tempo di lettura: 3 minuti

La feta greca è uno degli alimenti più utilizzati per arricchire le insalate soprattutto durante la stagione estiva, ma quanto ne sappiamo del formaggio greco più famoso al mondo?

La feta è un formaggio tradizionale greco realizzato con latte di capra al 20% e di pecora all’80%, la feta è riconosciuta con il marchio DOP dall’Unione Europea. In cucina è molto versatile e si può gustare in moltissime ricette differenti. Il gusto della feta è sapido, la consistenza è compatta, senza crosta. Il nome feta vuol dire proprio fetta, la porzione nella quale viene solitamente messo in commercio.

Durante la lavorazione, una volta assemblati i due tipi di latte, vengono fatti cagliare e poi trasferiti in stampi dove avranno il tempo di espellere il siero in eccesso. Subito dopo i panetti di feta vengono salati in superficie e posti in recipienti di legno all’interno del quale stagionano. Il formaggio durante questo periodo viene irrorato di salamoia che previene la formazione di muffe e l’attacco da parte dei batteri, questo permette, tra le altre cose, di evitare di usare conservanti chimici. In tutto il periodo di stagionatura dura 45 giorni divisi in 15 per la prima maturazione e 30 per la seconda. La feta è molto gustosa anche se consumata al naturale o condita con un filo d’olio e origano.

Indice dei contenuti

Proprietà e benefici

La feta ha un indice calorico abbastanza elevato, per 100 grammi di prodotto si assumono 260 calorie circa. La feta, come tutti i formaggi, va consumata con moderazione, anche visto l’alto contenuto di sale ben 1,116 mg di sodio per 100 grammi di feta che corrispondono alla metà della quantità di riferimento raccomandata per un adulto.

La feta, nonostante non contenga latte vaccino, non può essere consumata da coloro che soffrono di intolleranza al lattosio. Tra i benefici del consumo di feta ci sono le proteine, i sali minerali e le vitamine. Alta concentrazione di vitamina B12 e di probiotici, preziosi per la salute del nostro intestino. La feta è anche ricca di proteina alfa-lattoalbumina che si lega al calcio e allo zinco in una preziosa azione antibatterica e antitumorale.

Potete provare la feta nella classica insalata greca con pomodori, cetrioli, cipolla e olive. Provate poi la feta fritta, racchiusa in croccantissima pasta fillo e fritta per poi essere condita con sesamo e miele, semplicemente irresistibile.

Francesco Garbo
Francesco Garbo

Sono un cuoco e un giornalista enogastronomico, cucino e parlo di cibo praticamente tutto il giorno. Vino e cibo sono le due vie migliori per conoscere una cultura, in modo gustoso.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur